Giuriste da tutto il mondo a Napoli per il Bureau della F.I.F.C.J.

385
In foto Anna La Rana (in primo piano) con le colleghe del Bureau dell'associazione internazionale delle giuriste

Giuriste da tutto il mondo a Napoli per la riunione del Bureau della F.I.F.C.J., l’associazione internazionale che riunisce le esperte di diritto. Il consesso è stato ospitato dalla professoressa e avvocato Anna La Rana, Vice-Presidente della F.I.F.C.J. e Presidente dell’Associazione Giuriste Italiane (A.G.I.) . L’incontro, organizzato nello scorso fine settimana, ha dato il via ad una vera e propria piattaforma programmatica che segue il summit di New York, all’Onu, e anticipa la riunione di Pechino del prossimo anno. “Il tema dominante è quello della violenza sulle donne – afferma l’avvocato La Rana – e abbiamo sfruttato questo appuntamento napoletano per avviare la creazione di una piattaforma programmatica da sottoporre all’attenzione dei Governi. Crediamo sia giusto non tenere le proposte solo all’interno del nostro circuito ma condividerle con il legislatore, in maniera tale da rendere sempre più estesa la tutela delle donne vittime di violenza e incrementare le attività di prevenzione”. Sia la presidente della F.I.F.C.J., Osvalda Joana, che la Vice-Presidente F.I.F.C.J. Anna La Rana e l’intero Bureau hanno tenuto, presso il salone di Palazzo Nunziante (Via Domenico Morelli n° 7), relazioni inerenti il tema della violenza sulle donne quale realtà emergente nei propri Paesi d’appartenenza, quale legge applicativa dei proprio Stati e quale proposta legislativa da parte delle stesse giuriste esperte nel settore. Le giuriste tutte si sono complimentate con la professoressa La Rana  per la qualità del suo intervento, incentrato su Codice Rosso e Revenge Porn, e hanno concordato sulla necessità di tenere alta la guardia e, laddove possibile, uniformare le legislazioni così da rendere ovunque più sicura possibile l’esistenza delle donne. Questi lavori e riflessioni puntualmente saranno portati il prossimo anno a Pechino quale aiuto all’Onu nella specifica richiesta ai vari Stati delle attuali leggi in favore delle donne sottoposte a violenza.
Lavoro e svago sono andati a braccetto nella tre giornate dedicate al turismo di Napoli, della Costiera Amalfitana e di Capri. Infatti le giuriste sono state ospiti di Anna La Rana a Capri, dove l’avvocato è amministratore della società Sippic Funicolare di Capri ed è quindi di casa. Infatti il neo-eletto Sindaco di Capri Marino Lembo ha accolto la Federazione tutta con notevole entusiasmo e partecipazione,  stringendo la mano ad ognuna di esse come senso di completa condivisione del progetto in atto ovvero della tutela alle donne vittime di violenza spesso assieme ai loro bambini.
“Ho notato che ovunque c’è grande sensibilità verso i temi che trattiamo. Addirittura a Napoli i tassisti – ricorda la presidente dell’Associazione Giuriste Italiane – quando hanno sentito del nostro impegno contro la violenza sulle donne quasi si sono commossi e ci hanno spronato a portare avanti le nostre iniziative. Ecco, quando vedo la partecipazione e l’appoggio del popolo avverto  un grande senso di soddisfazione e appagamento”.
Hanno partecipato all’incontro Congressuale tantissimi professionisti, magistrati ed esperti della tematica. Tra le giuriste non solo quelle iscritte all’A.G.I. (Associazione Giuriste Italiane) provenienti da tutta Italia ovvero da Genova, Roma, Napoli, Bari e Sicilia le giuriste straniere  Idalina Rodriguez (Angola), Jocelyne Milandou (Congo), Stegga Turan (Turchia), Aysen Onen (Turchia), Ester Susin (Spagna), Aurora Rodriguez (Portogallo), Osvalda Joana (Mozambico), Vera Braumette (Brasile), Noemi Landaou (Israele), Vitalina Papadakis (Mozambico), Elisabeth Markovic (Francia), Maoela Silva (Brasile), Laudelina Da Silva (Brasile), Maria Elena Eleverdin (Argentina), tutte di grosso spessore e rilevanza giuridica.

In foto le giuriste riunite a Napoli presso lo studio dell’avvocato La Rana
In foto le giuriste al Comune di Capri con il sindaco Marino Lembo