Giuseppe Alviti nominato ambasciatore della FAO

104
In foto Giuseppe Alviti

Giuseppe Alviti è nominato ambasciatore di buona volontà della FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura, dal direttore generale Jacques Diouf. Il programma degli ambasciatori di buona volontà della FAO è destinato a promuovere il sogno della FAO di un mondo senza fame. Queste figure, uomini e donne riconosciuti di talento e passione, hanno espresso il loro desiderio di contribuire ad attirare l’attenzione mondiale sul nobile obiettivo dell’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Agricoltura e l’Alimentazione: un mondo senza fame.
Alviti è nominato  nell’ anno 2019 Segretario provinciale di Napoli del partito L’Altra Italia. Il sindacalista è già portavoce nazionale della Lega Sud, che è parte integrante della galassia del centrodestra. Nato a Napoli il 22 settembre del 1974 diventa esperto di Arti Marziali, Istruttore Lotta Krav Maga già nei primi anni della sua adolescenza. Tra i tantissimi riconoscimenti, benemerenze, Diplomi d’onore assegnatigli da Enti e Associazioni prestigiose, ha avuto anche la Medaglia d’Argento al Valor Civile del Comune di Napoli nel 2006, per atti compiuti dal grande valore etico e sociale. Riceve Il Premio “Paolo Borsellino” per il suo impegno contro le mafie nel 2018.
Nel gennaio 2019 viene premiato come ” Uomo Social ” dell’anno per il suo impegno come divulgatore sociale. Nel Maggio 2020 riceve il premio per essersi distinto nella lotta contro il covid-19 al premio Internazionale di Pomigliano d’ Arco (Napoli). Ex appartenente Forze Speciali Militari, ha ottenuto il brevetto di Paracadutista e il brevetto di “Armaiolo Sperimentatore Collaudatore A Tiro”, rilasciato dallo stesso Ministero della Difesa. Vari attestati e Benemerenze gli sono state assegnate per Attività Sociali da Enti Istituzionali quali Asl Regione Campania, ed è attualmente socio onorario dell’Associazione culturale “Il salotto di Tina Piccolo”. Ha meriti letterari per liriche ed aforismi. Ha fondato il Movimento Politico per la legalità assieme al dottor Goffredo Miano e l’imprenditrice Anna Pacella. In politica è stato candidato sindaco di Torre del Greco (Napoli) e di Pompei (Napoli) oltre ad essere un sindacalista di ferro che gli è valso la nomina dal 2006 di Presidente nazionale delle Guardie particolari Giurate.