Giuseppe Gambi a Tiki Taka: il tenore napoletano apre l’ultima puntata con l’Inno di Mameli

35
in foto Giuseppe Gambi

Lunedì 23 maggio, in seconda serata, è andata in onda su Italia 1 l’ultima puntata di “Tiki Taka – La Repubblica del pallone”. Il talk calcistico brillantemente condotto da Piero Chiambretti è stato aperto dall’esibizione del tenore napoletano Giuseppe Gambi che ha cantato l’Inno di Mameli incassando il consenso non solo dei telespettatori, ma anche degli ospiti presenti e, soprattutto, del presentatore che lo ha definito “talento assoluto”. Presente in puntata anche Adriano Aragozzini – uno dei più importanti produttori e manager italiani, nonché ex patron del Festival di Sanremo – scopritore del giovane tenore che nei prossimi mesi calcherà i palcoscenici dei più importanti teatri del mondo nell’ambito di una tournée che è iniziata il mese scorso a Praga ove si è esibito in occasione del centenario della dipartita di Enrico Caruso. Chiambretti ha infatti mandato in onda anche le immagini di tale esibizione, in particolare l’interpretazione di “Nessun Dorma”, che ha fatto guadagnare a Gambi un grande consenso in Repubblica Ceca e che il presentatore di Tiki Taka ha voluto dedicare al Milan, squadra vincitrice dello Scudetto.
Giuseppe Gambi è un giovane tenore napoletano noto per il suo timbro elegante, il suo carisma e la presenza scenica. Si è diplomato in canto lirico presso il Conservatorio di Avellino, sotto la guida del maestro Pasquale Tizzani. Ha poi perfezionato i suoi studi sotto la guida di cantanti di fama internazionale tra cui il baritono Felice Tenneriello e il soprano Wilma Vernocchi. E’ risultato vincitore o finalista di concorsi canori nazionali ed internazionali come i concorsi “Campi Flegrei”. “Ritorna Vincitor Napoli 2012” e “Francesco Albanese 2013”. Ha vestito i panni di Pinkerton in Madama Butterfly nell’ambito dell’Atena Opera Festival in Basilicata. Ha poi preso parte a numerose produzioni teatrali in qualità di tenore solista, sia in teatri italiani che all’estero. E’ stato poi protagonista del musical “Aria di Napoli” in scena presso il teatro Trianon Viviani, incassando anche questa volta un clamoroso successo. E’ stato convocato dalla Fondazione Luciano Pavarotti per un evento importantissimo organizzato in occasione dell’anniversario della scomparsa del grande Maestro, e – sempre invitato dalla Fondazione – ha cantato accompagnato da un’orchestra di 100 elementi nella piazza Grande a Modena introdotto da Milly Carlucci. Ha registrato tre album contenenti brani crossover, ascoltabili su tutte le più importanti piattaforme musicali, e registrato diversi video anche essi disponibili online.