Giustizia, Caiazza (Penalisti): “Abolire abuso d’ufficio e assurdo reato traffico influenze illecite”

8

Roma, 25 ott. (Adnkronos) – “Siamo lieti che il Parlamento cominci a rendersi conto dei disastri che sono stati determinati in questo paese dal consegnarsi della politica ai controlli delle procure della Repubblica”. Ad intervenire sull’avviamento dell’iter abbinato di tre proposte di legge delle commissioni Affari costituzionali e Giustizia del Senato destinate a limitare di fatto i confini delle responsabilità penali dei sindaci, è Gian Domenico Caiazza, presidente dell’Unione delle camere penali italiane (Ucpi) che attraverso l’Adnkronos sollecita: “Va abolito l’abuso d’ufficio, che per noi è già sanzionato quando è parte di reati più gravi, ma anche l’assurdo reato di Traffico di influenze illecite. Sono norme indeterminate che hanno l’unico risultato di sottoporre il potere politico ed amministrativo all’indebito controllo preventivo dell’autorità giudiziaria penale”.