**Giustizia: proposte Lettera 150, ‘commissione bicamerale inchiesta e riforma sistema in 4 punti’** (2)

17

(Adnkronos) – Per quanto riguarda la modifica del meccanismo di nomina dei consiglieri togati del Csm, “nel rispetto del dettato costituzionale (articolo 104, comma 4) che prevede la nomina dei Consiglieri del Csm per elezione tra tutti i magistrati in servizio, si è proposto un sistema misto che veda una prima individuazione dei magistrati eleggibili tramite sorteggio. Si individua così un numero opportuno di candidati tra i quali, in seconda battuta, si procede ad elezioni a suffragio universale tra tutti i magistrati. Non sarebbe, infatti, possibile un metodo di scelta dei componenti togati privo del tutto di elezione. Tuttavia, null’altro aggiunge la Costituzione. Ciò significa che il Legislatore ordinario può modulare la procedura per giungere alla elezione essendo vincolato solo dall’obbligo di determinare la nomina finale all’esito di un processo elettorale qualsivoglia”.