Google, l’Università di Salerno entra nel Cloude computing

42

L’Università di Salerno potenzia l’erogazione dei suoi servizi informatici. Per gli studenti e il personale di Ateneo, infatti, è in fase di definitiva attivazione la piattaforma “Google Suite for Education” che fornisce potenti servizi in cloud, come la posta elettronica e lo spazio di memorizzazione, nonchè strumenti di collaborazione e di comunicazione per le caselle di posta personali del dominio istituzionale @unisa.it. G Suite for Education è la piattaforma di Google, riservata alle università e agli enti di formazione, che offre altissimi livelli di affidabilità e sicurezza, con spazio di archiviazione illimitato, nel pieno rispetto delle normative comunitarie a tutela della privacy e della protezione dei dati. Il processo di migrazione dall’attuale infrastruttura di posta elettronica alla Gmail di Google è stato avviato lo scorso ottobre 2017 e ha coinvolto, ad oggi, la quasi totalità dell’utenza universitaria. “Con G suite for Education – dice il rettore Aurelio Tommasetti – l’Ateneo continua il percorso di digitalizzazione già avviato con l’erogazione on-line dei servizi per gli studenti, di cui compilazione dei piani di studio, la prenotazione degli esami e la registrazione degli esiti degli stessi sono alcuni esempi”.
Con la nuova piattaforma il personale dell’Università e gli studenti avranno una casella di posta illimitata su Google, spazio illimitato nella nuvola Google e molti altri servizi collaborativi per la didattica, oltre ad un innovativo sistema di videoconferenza. “I continui e cospicui investimenti dell’Ateneo, anche in tema di Ict – continua il rettore – sono il motore dello sviluppo delle politiche di efficientamento sia dei servizi amministrativi interni che di quelli erogati verso tutta la nostra utenza”. Con Google Suite, oltre all’utilizzo della posta elettronica e dello spazio su cloud, saranno gradualmente attivate ulteriori applicazioni che saranno tempestivamente comunicate sul portale web di Ateneo, il service desk, le mailing list e le pagine social istituzionali.