Governo: Cdm impugna legge Sicilia su sistema produttivo, Basilicata su rendiconto (2)

50

(Adnkronos) – Il Cdm ha deciso “di non impugnare la legge della Regione Basilicata n. 9 del 12/03/2021: ‘Istituzione della Conferenza regionale per la programmazione’; la legge della Regione Abruzzo n. 6 del 15/03/2021: ‘Semplificazione del sistema normativo regionali – Abrogazione leggi regionali approvate nel periodo 1983/1992’; la legge della Regione Piemonte n. 6 del 12/03/2021: ‘Misure per il turismo a fronte dell’emergenza epidemiologica da Covid-19’; la legge della Regione Sardegna n. 6 del 18/03/2021: ‘Modifiche alla legge regionale n. 9 del 2020 e alla legge regionale n. 3 del 1989 in materia di organizzazione del sistema della protezione civile e norma di interpretazione autentica della procedura straordinaria di mobilità del personale destinato alla protezione civile’; la legge della Regione Lombardia n. 3 del 25/03/2021: ‘Razionalizzazione e revisione delle norme di rendicontazione al Consiglio regionale’; la legge della Regione Lazio n. 4 del 25/03/2021: ‘Modifica della perimetrazione della Riserva naturale del Laurentino Acqua Acetosa’; la legge della Provincia autonoma di Trento n. 5 del 30/03/2021: ‘Misure urgenti di semplificazione in materia di edilizia, urbanistica ed enti locali: modificazioni della legge provinciale per il governo del territorio 2015 e dell’articolo 8 della legge provinciale 27 dicembre 2010, n. 27, in materia di personale degli enti locali’; la legge della Regione Friuli Venezia Giulia n. 4 del 30/03/2021: ‘Modifiche alla legge regionale 5 giugno 2015, n. 14 recante ‘Disposizioni di attuazione del Programma Operativo Regionale Obiettivo ‘Investimenti in favore della crescita e dell’occupazione’ 2014-2020, cofinanziati dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale’ e ulteriori disposizioni in materia di programmazione europea”.