Governo, sviluppo del Sud: entro l’anno 15 accordi con enti locali

59

Per lo sviluppo del Mezzogiornonoi faremo quindici accordi da qui al 31 dicembre, ovviamente con le realtà territoriali, da Bari a Taranto, da Reggio Calabria a Palermo, a Catania, alla Sicilia che è una grandissima terra e meriterebbe molto di più, alla Sardegna, Cagliari, Napoli e la Campania, Abruzzo, Basilicata, Molise, con singoli impegni che si prende il Governo, in cambio chiediamo che Comuni e Regioni prendano impegni specifici, puntuali, verificabili, per cui la gente possa verificare se quella cosa è stata fatta, se quei fondi europei sono stati spesi o no, se ci sono state assunzioni a furbo oppure no. Questo tipo di impegno avrà una semplice caratteristica, la tempistica di realizzazione: entro il 2016 devi fare questo, questo e quest`altro, il 2017 questo, questo e quest`altro, tutti i lotti della Salerno-Reggio Calabria quando devono essere terminati, con un processo di trasparenza totale“. Lo ha detto il presidente del Consiglio Matteo Renzi a Rtl 102.5. “L`unica vera forma di rispetto per il Sud – ha aggiunto – è la serietà, fare un elenco di provvedimenti e dare certezza dei tempi. Dopodiché trovi della gente straordinaria al sud, trovi delle start-up a Palermo che fanno risultati incredibili, trovi un`effervescenza innovativa nel distretto aero-spaziale nella città metropolitana di Bari che è fantastico, trovi tanta bella gente che continua a investire non soltanto sull`agro-alimentare e sul turismo, che quest`anno ha fatto +20% nel Mezzogiorno in media, ma che trovi anche nei risultati della manifattura, insomma la vera sfida è smettere di piangerci addosso“.

Governo, Renzi: primo anno impegnato a salvare il Sud dalle crisi occupazionali