Governo, vertice per viceministri e sottosegretari: 6 a Fi, 11 alla Lega, 1 Noi moderati. Tutti gli altri a Fdi

70
(Imagoeconomica)

C’è ancora qualche distanza sul criterio di attribuzione per la divisione del numero dei viceministri e dei sottosegretari ma nel centrodestra si punta a stringere in tempi brevi. Ieri c’è stata una riunione della maggioranza: per la Lega erano presente il ministro Calderoli, i capigruppo e il senatore Paganella, fedelissimo di Salvini; per Forza Italia i capigruppo Ronzulli e Cattaneo e il vicepremier, ministro degli Esteri e coordinatore di FI Tajani e per Fratelli d’Italia Lollobrigida, Foti, destinato a diventare capogruppo del partito alla Camera, e il ministro per i Rapporti con il Parlamento Ciriani. FI chiede che il metodo sia deciso sul numero dei voti e non dei seggi ma l’intesa non sarebbe lontana e probabilmente la riunione del Consiglio dei ministri per completare la squadra potrebbe avvenire già venerdì, secondo quanto si apprende. A Forza Italia potrebbero andare 6 sottosegretari (il partito azzurro ne chiede 7) e probabilmente 2 viceministri. Alla Lega, tra viceministri e sottosegretari, potrebbero toccare undici posti, uno a ‘Noi moderati’ e il resto a Fratelli d’Italia. I posti da assegnare dovrebbero essere trentadue. Nell’incontro non si e’ parlato di nomi, secondo quanto viene riferito. La riunione per varare i primi provvedimenti economici dovrebbe tenersi la prossima settimana. Possibile che oltre il ‘tesoretto’ lasciato dal precedente esecutivo ci siano altre risorse legate alla diminuzione del prezzo del gas, ma al momento il primo ‘step’ e’ quello di definire la squadra di governo. Il presidente del Consiglio Meloni ha chiesto che si faccia al piu’ presto proprio per rendere operativo il governo.