Governo, via libera alla legge regionale sugli immobili abusivi acquistati in buona fede

94

Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro per gli Affari regionali e le autonomie Francesco Boccia, ha esaminato nove leggi delle Regioni e delle Province autonome. E’ stato deliberato di non impugnare la legge della Regione Campania n. 6 del 12/03/2020, recante “Misure a sostegno dei proprietari di immobili abusivi acquistati in oggettiva buona fede e modifiche urgenti di leggi regionali in materia di governo del territorio”; la legge della Regione Basilicata n. 12 del 20/03/2020, recante “Collegato alla legge di stabilita’ regionale 2020”; la legge della Regione Umbria n. 1 del 20/03/2020, recante “Disposizioni collegate alla Legge di stabilita’ 2020-2022 della Regione Umbria”; la legge della Regione Umbria n. 2 del 20/03/2020, recante “Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2020-2022 della Regione Umbria (Legge di stabilita’ regionale 2020)”; la legge della Regione Umbria n. 3 del 20/03/2020, recante “Bilancio di previsione della Regione Umbria 2020-2022”; la legge della Regione Valle d’Aosta n. 4 del 25/03/2020, recante “Prime misure regionali urgenti di sostegno per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.”; la legge della Regione Puglia n. 8 del 27/03/2020, recante “Interventi regionali di tutela e valorizzazione processioni della settimana santa: le settimane sante pugliesi patrimonio immateriale della Regione”; la legge della Regione Puglia n. 10 del 27/03/202019, recante “Promozione e sostegno alle attivita’ di valorizzazione dei luoghi della memoria del novecento e degli archivi storici della Puglia”; la legge della Regione Puglia n. 11 del 27/03/2020 “Esenzione dal pagamento dell’imposta regionale sulle attivita’ produttive (Irap)”.