Gp Cina, prima fila Ferrari

34

Shanghai, 14 apr. (AdnKronos/Dpa) – Magia Ferrari a Shanghai. Prima fila tutta per la Rossa al Gp di Cina come in Bahrain. Sebastian Vettel conquista la pole davanti a Kimi Raikkonen, chiudendo con il tempo di 1’31″095 e strappando il vantaggio al compagno di squadra per appena 0,087 secondi. E’ la 52esima pole della carriera per Vettel. Dietro le due Rosse le Mercedes di Valtteri Bottas e del campione del mondo in carica Lewis Hamilton, che scatteranno davanti alle Red Bull di Max Verstappen e Daniel Ricciardo.

La Mercedes, che sulla pista di Shanghai aveva sempre centrato la pole position nelle ultime sei stagioni, stavolta deve accontentarsi della seconda fila con distacchi di mezzo secondo dalla Ferrari. Il team di Maranello colora completamente di rosso la prima fila per la seconda gara consecutiva, come non accadeva dal 2006. Il 38enne Raikkonen ha visto sfumare la pole all’ultimo giro lanciato di Vettel, che ha fatto segnare il nuovo record della pista beffando il compagno di squadra per appena 87 millesimi.

Per la seconda gara di fila sarà la Mercedes di Bottas a partire dalla terza piazza alle spalle delle due Ferrari e davanti al campione del mondo Hamilton, che ha abortito l’ultimo tentativo per la pole dopo avere commesso un errore. La Red Bull, che occupa la terza fila, può invece tirare un sospiro di sollievo dopo avere rischiato con Ricciardo l’esclusione dalla Q2 per la sostituzione della power unit. Dalla quarta fila scatteranno la Renault di Nico Hulkenberg e la Force India di Sergio Perez in una top ten completata da Carlos Sainz (Renault) e Romain Grosjean (Haas).

“E’ stato un grande risultato, sono molto contento per il team, la macchina era fantastica. Non ci aspettavamo di essere così forti rispetto a Mercedes e Red Bull”, ha detto Vettel. “Nel primo giro lanciato della Q3 ho fatto un paio di errori con il gas e ho avuto del sovrasterzo. Quindi sapevo di poter migliorare con un giro pulito. Sono riuscito a mettere insieme tutti i settori e sapevo che quel tempo era possibile”, spiega il driver di Heppenheim. “Abbiamo dovuto gestire il vento, ma se la macchina è veloce e funziona ottieni parecchia fiducia. In gara -conclude – è previsto sole e asfalto più caldo: saremo tutti più vicini”.

Raikkonen non si accontenta della prima fila: “Non è il risultato che volevo ma è andata bene fino all’ultimo settore, poi ho perso velocità e dovrò verificare cosa è successo. Volevo di più, ma domani è un altro giorno”. “L’obiettivo è la vittoria, dobbiamo fare una gara pulita e sfruttare le nostre opportunità – dice il finlandese della Ferrari -. La chiave della gara? Essere veloce per tutto il tempo”.

Hamilton ai microfoni di Sky ammette: “Non so cosa sia andato storto. Ieri era andata bene, oggi faceva molto più fresco e sicuramente non abbiamo trovato la temperatura delle gomme, anche se la Ferrari ha dimostrato di avere più potenza”. “Cosa deve fare la Mercedes per cambiare la situazione? Continuare a lavorare sodo”, risponde l’inglese campione del mondo. “Domani -conclude – sarà una giornata molto diversa, farà molto più caldo e daremo tutto quello che abbiamo, anche se sappiamo che la Ferrari va forte anche con il caldo”.