Graded, presentati a Villa Doria d’Angri i risultati del progetto Geogrid

143

Le potenzialità dell’Energia geotermica a bassa e media entalpia in Campania: il progetto di ricerca Geogrid è stato protagonista, ieri a Villa Doria d’Angri, di una giornata di studi promossa da Unione Geotermica italiana e Università degli Studi di Napoli “Parthenope” e sponsorizzata, tra gli altri, da Graded, società napoletana del settore energia guidata da Vito Grassi.
A chiusura dell’evento, Claudio Miranda, responsabile dell’Ufficio Ricerca & Sviluppo di Graded, e Michele Cecere, responsabile Energie Rinnovabili e direttore tecnico della newco Bf Energy, hanno ripercorso le tappe del progetto a guida scientifica avviato nel 2015 che ha previsto, tra l’altro, la realizzazione di un “dimostratore” nei cantieri della metropolitana di piazza Municipio a Napoli, con il posizionamento di dieci sonde geotermiche distribuite tra due gallerie e collegate a una Energy Box, e la progettazione di un impianto sperimentale della potenza di 4 kW elettrici e 40 kW termici nei Campi Flegrei. L’obiettivo: dimostrare per la prima volta che in Campania la produzione di energia elettrica da fonte geotermica è possibile anche con tecniche assolutamente sostenibili e ad impatto pressoché nullo. Analoga sperimentazione è stata condotta da Graded a Dubai in collaborazione con i ricercatori del Rochester Institute of Technology, università americana che ha recentemente aperto un nuovo campus in Silicon Oasis. Lo scopo è quello di migliorare l’efficienza dei servizi di climatizzazione negli Emirati Arabi mettendo a punto una nuova tecnologia per il risparmio energetico degli edifici.