Graduation day master Ipe: da 20 anni 100% di placement

35

Anche quest’anno Ipe Business School ha garantito il 100 per cento di placement entro 4 mesi, e in tempi sempre più rapidi rispetto agli scorsi anni, ai laureati che hanno frequentato i master dell’Istituto.

Il dato è stato annunciato durante il Graduation day Master Ipe svoltosi ieri nell’Aula Magna della sede Ipe di via Pontano 36 a Napoli, evento al quale hanno partecipato Giuseppe Nargi (Direttore regionale Campania, Calabria e Sicilia di Intesa Sanpaolo), il presidente della Fondazione Ipe Business school Antonio Ricciardi, il direttore generale Ipe Business school Nicola Scafuro e l’assessore alle Politiche giovanili del Comune di Napoli Chiara Marciani.

Nel corso dell’evento sono stati consegnati i diplomi di laurea ai 75 allievi che hanno terminato con successo i tre master 2021/2022 di Ipe Business School e cioè quelli in Finance & Risk (su Finanza avanzata Risk, Fintech e Big data), Audit & Controlling(su Bilancio, Audit, Controlling & Consulting), e Marketing+(su Marketing, Digital & Communication) che si aggiungono al master Human Resources 4.0 (su Risorse umane & Social recruiting, Sviluppo e gestione dei talenti) la cui nuova edizione è iniziata lo scorso giugno e si concluderà nel prossimo dicembre.

Placement: i numeri
Sono ormai 20 anni, e cioè sin dai primi corsi realizzati, che il 100 per cento degli allievi che frequentano i master Ipe Business school trova lavoro, e in tempi sempre più rapidi rispetto al passato (da 6 mesi ai 4 attuali), sia in aziende italiane che straniere di 22 Paesi del mondo.

Altro dato interessante è cheoltre il 30 per cento degli allievi è stato selezionato e “opzionato” dalle aziende per un posto di lavoro già prima della fine del master.

Non solo i numeri di quest’anno, ma anche e soprattutto quelli consolidati di tutti i 20 anni di attività della Business School, testimoniano la bontà e l’efficacia dell’offerta formativa Ipe: ogni anno si diplomano circa 150 allievi, e tutti trovano lavoro entro 4 mesi. Complessivamente, dall’inizio delle attività, sono stati oltre 1800 i diplomati Master, 160 i docenti fra accademici e manager d’azienda, 15 le Università dalle quali provengono i docenti della Business school, 50 i partner che hanno erogato borse di studio e altre agevolazioni per le quote di iscrizione, e 350 le aziende, banche e società di consulenza strategica che come network Ipe hanno contribuito regolarmente ad assumere i diplomati dei master e a fare proposte per formare i docenti e sviluppare i contenuti dei corsi in base alle richieste del mercato.

I punti di forza
I punti di forza di Ipe business school vanno ben oltre i numeri del placement: i master dell’Istituto infatti non solo consentono di “entrare” nel mondo del lavoro ma anche di farlo nel modo giusto, sapendo per quale impiego si è più portati e potendo scegliere così quello preferito fra più opportunità. Questo perché ogni diplomato, alla fine del master, partecipa in media a 5 colloqui di lavoro e ha sempre la possibilità di scegliere fra quelli superati.

I master prevedono una fase importante dedicata all’orientamento con testimonianze aziendali e case history, in maniera da preparare l’allievo a quello che lo aspetta concretamente nel mondo del lavoro e a scegliere nel migliore dei modi quale potrà essere nel tempo il lavoro migliore in base alle caratteristiche personali e allo scenario in evoluzione. Sarà cosi possibile anticipare brutte sorprese ed evitare perdite di tempo senza dover così ricominciare da capo dopo qualche anno il proprio percorso professionale perché insoddisfatti dell’attuale lavoro.

Il metodo Ipe
Il “metodo Ipe” punta sulla formazione “globale” dei propri allievi e anche sullo sviluppo delle soft skills: gli allievi sono subito “pronti” per entrare nel mondo del lavoro perché sin dal primo giorno del master vengono inseriti nell’ambiente giusto ricevendo oltre agli insegnamenti tecnici anche una grande varietà di indicazioni utili, dal come comunicare e relazionarsi in gruppo fino al come vestirsi o scrivere mail.

Avere maggiore consapevolezza e meno ansia su cosa potrà accadere concretamente nel mondo del lavoro consente una rapida crescita personale, professionale e relazionale, un valore aggiunto riconosciuto dei master che resterà per sempre patrimonio dell’allievo.

Tra le novità di quest’anno, l’esperienza internazionale di Summer school di 15 giorni che gli allievi del master in Finanza hanno potuto fare a Lisbona presso la prestigiosa Business school AESE di Lisbona con studenti di tutto il mondo.

Borse di studio ed agevolazioni
Ipe Business school è anche per l’abbattimento delle “barriere di portafoglio” per le quote di iscrizione: è infatti un ente non profit che prevede agevolazioni per gli allievi più meritevoli o meno abbienti con borse di studio parziali o totali, convenzioni con Intesa Sanpaolo e prestiti d’onore a tassi minimi da restituire in 30 anni a partire da due anni dopo la conclusione del master anche con quote di 100 euro al mese. Un prestito che, considerato il placement del 100 per cento, si è sicuri evidentemente di poter iniziare subito a restituire.