Grano, arriva il maxi rincaro

62

I prezzi del grano balzano a livello mondiale del 6,6 per cento in un solo giorno. Decisa inversione di tendenza, sotto la spinta della ripresa del dialogo tra Usa Cina, che sembra interessata ad acquistare per l’importazione grano straniero e mais. È quanto emerge dall’analisi della chiusura settimanale del Chicago Board of Trade, punto di riferimento internazionale del mercato future dei cereali. Il grano sale a 8,91 dollari a bushel e il mais a 6,23 dollari per bushel dopo un periodo di ribassi.

L’andamento delle quotazioni riflette anche il ridimensionamento delle previsioni produttive a livello globale. La produzione mondiale di grano per il 2022/23 è stimata in calo a 769 milioni di tonnellate, per effetto della riduzione in Ucraina. Il Paese in guerra nel 2022 produrrà un quantitativo stimato di 19,4 milioni di tonnellate, circa il 40 per cento in meno rispetto ai 33 milioni di tonnellate previsti.