Green Blue Days, seconda edizione a Taranto guardando al futuro

209

Green Blue Days è il primo forum sulla sostenibilità sistemica che guarda al Sud come laboratorio d’idee per la Gen Z che accoglie al suo interno i massimi esperti in sostenibilità a livello nazionale ed internazionale e progettualità speciali in chiave sostenibile nell’area dedicata alle Exhibition. Un evento ideato, progettato e realizzato dalle fondatrici Sonia Cocozza, Rosi Fusillo ed Elisabetta Masucci. Ambasciatrice per la II edizione è Veronica Maya, conduttrice TV, protagonista anche della prima edizione che si è svolta a Napoli. L’evento si è aperto domenica 9 con una veleggiata di cinquanta barche organizzata con la Marina Militare ed è proseguito lunedì 10 in due location d’eccezione – Ex Caserma Rossarol, Sede del Dipartimento Jonico dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e Castello Aragonese – con i saluti di Rinaldo Melucci, sindaco del Comune di Taranto che sostiene l’iniziativa, e i talk sulla sostenibilità, in modalità agorà, raccontati anche attraverso un percorso educational costruito con progetti speciali realizzati dal Politecnico di Bari, dall’Ordine degli Architetti di Taranto, dall’Enea, da designer indipendenti e da aziende produttrici. L’obiettivo è quello di promuovere, divulgare e di sensibilizzare, con un linguaggio accessibile e trasversale, giovani e meno giovani alla cultura della sostenibilità, intimamente connessa al territorio con tantissimi progetti tra i quali Il Verde dona a Taranto, Isola Madre e Art Experience per rendere attuale e concreto lo spirito del cambiamento.

Nicola Tagliafierro, “campione” di sostenibilità e universalmente riconosciuto come una delle voci più autorevoli del suo ambito, si è aggiudicato il prestigioso riconoscimento di Best Sustainability Ambassador 2022 di GreenBlueDays. Tagliafierro, 45 anni, originario di Maddaloni (Caserta), a capo della Sostenibilità di Enel X, è da sempre in prima linea contro i cambiamenti climatici ed è l’unico italiano a essere mai stato accettato nel prestigioso Aspen Institute negli Stati Uniti. È direttore scientifico del Master in Economia Circolare presso EIIS – European Institute of Innovation and Sustainability, autore di pubblicazioni scientifiche e del libro Il Circular Economy Manager edito da Feltrinelli ed in uscita nelle prossime settimane.

“Per me è un privilegio – racconta Tagliafierro – poter ricevere questo riconoscimento e assumere il non certo semplice ruolo di ambasciatore della sostenibilità nel mondo, e farlo partendo dall’Italia mi rende ancora più orgoglioso”.
Tra i protagonisti Bebop Gresta che ha rilanciato il progetto Hiperloop ideato da Elon Musk, il Giffoni Hub e soprattutto i giovani.
Una direzione concreta, che ha già visto tanti ragazzi al lavoro lo scorso 27 settembre con il Taranthon, il primo Hackhathon per la città di Taranto firmato GreenBluedays che ha coinvolto aziende nazionali nel lancio di alcune sfide sostenibili. Giovani premiati dal professore Antonio Uricchio presidente ANVUR e dal rettore dell’Università di Bari Stefano Bronzini. Otto sfide per otto gruppi e più di cinquanta ragazzi a lavoro. I progetti innovativi sono stati proposti dagli sponsor dell’iniziativa (Hyperloop, Enea, Opilex, LEbebe Gioielli, Amat Trasporti, Axpo Solar, Hubstrat) che hanno accolto con grande soddisfazioni le soluzioni proposte dagli studenti che hanno ricevuto premi in denaro e soprattutto in esperienze in azienda. Cosi l’edizione jonica dei Green Blue Days di ottobre che vede protagonisti i giovani in tanti modi, fa community.