Grillo: la ragazza, ‘dopo lo stupro ho svegliato la mia amica e lei ha fatto spallucce’

10

Palermo, 3 mag. (Adnkronos) – Dopo il presunto stupro di gruppo subito nella villa di Beppe Grillo in Costa Smeralda, la giovane studentessa italo-norvegese avrebbe svegliati la sua amica, che stava dormendo sul divano, per raccontarle di essere stata violentata,ma quest’ultima avrebbe fatto “spallucce”. A raccontarlo ai Carabinieri è stata la stessa ragazza, S.J. di 19 anni, nella denuncia presentata il 26 luglio alla stazione di Porta Garibaldi, come scrive oggi ‘La Verità’. Per la violenza di gruppo, che sarebbe avvenuta nella notte tra il 16 e il 17 luglio 2019, sono indagati quattro ragazzi, Ciro Grillo, figlio del fondatore del M5S, e altri tre ragazzi. “Mi sono seduta a terra accanto a lei – mette a verbale la giovane – l’ho svegliata, inizialmente non riuscivo bene a parlare, mi chiedeva che cosa avevo e le dicevo ‘mi hanno violentata’. R. inizialmente non capiva e glielo ripetevo, poi le chiedevo se potevamo andare a casa. R. si è seduta sul divano e mi ha fatto spallucce: io ho ripetuto di andare via perché stavo male e mi avevano violentata, ma lei non diceva nulla. Io l’ho presa e l’ho fatta alzare dal divano, le ho detto di vestirsi per andare via”. “Ma Vittorio (Lauria ndr) le avrebbe convinte a rimanere – scrive il quotidiano – ‘Ci chiedeva di aspettare un po’ di tempo perché avendo bevuto alcolici Francesco (unico patentato e presunto violentatore ndr) non poteva guidare e si doveva riposare”.