Grillo: la ragazza, ‘dopo quella notte non parlai più dello stupro con la mia amica’

8

Palermo, 3 mag. (Adnkronos) – Dopo la notte tra il 16 e il 17 luglio del 2019 in cui sarebbe avvenuto, secondo il racconto della presunta vittima 19enne, uno stupro di gruppo, S.J., studentessa italo-norvegese, non avrebbe più parlato della vicenda con la sua amica R.M. che era con lei quella notte, nella villa al mare di Cito Grillo, figlio del garante del M5S. E’ quanto emerge dai verbali della denuncia ai carabinieri, come scrive oggi La Verità. “Non ho più voluto affrontare l’argomento e lei non mi ha più fatto nessuna domanda”, mette a verbale davanti a due carabiniere a Milano. “S. avrebbe confidato la violenza subita – si legge nell’articolo – a un’altra coetanea di Milano, A.M. e a due amiche norvegesi. Due giorni dopo la raggiungono i genitori ma S. trova la storia di raccontare la storia nei dettagli solo dopo una settimana, il 24 luglio, una volta ritornata a Milano. E lo fa con la mamma”.