Gruppo Cualbu, via ai lavori di riqualificazione dell’ex Birreria Peroni

244

Proseguono i lavori di riqualificazione dell’ex «Birreria Peroni», a Miano, dove sorgerà un complesso polifunzionale in cui la residenza, il commercio, l’intrattenimento, i servizi e gli spazi verdi si integreranno e convivranno in maniera sostenibile con l’impiego delle più moderne tecnologie.
In questi giorni, è stato completato il rifacimento della rotatoria all’incrocio di Via Cupa della Vedova con l’installazione contestuale degli impianti di illuminazione pubblica e la manutenzione dei muretti prospicienti i marciapiedi. Ma si tratta solo di una piccola porzione del più vasto programma di rigenerazione del quartiere attorno al complesso. Oltre all’edificazione del centro polifunzionale il piano porterà infatti al miglioramento anche dell’assetto viabilistico di contorno con allargamento delle sedi stradali e riqualificazione delle stesse, in uno con il collegamento alla nuova stazione «Margherita» della metropolitana, i cui lavori saranno presto ripresi e conclusi nell’arco di due anni, consentendo il collegamento rapido con il centro di Napoli.
In particolare, nei 10 ettari dell’ex fabbrica «Peroni», sarà costruito un centro commerciale urbano con oltre 70 tra negozi e medie strutture e un supermercato di 2500 mq, oltre 300 appartamenti di piccolo e medio taglio, un centro servizi, un sistema di parcheggi interrati e multipiano, aree relax e benessere, un parco urbano pubblico ma gestito direttamente dall’attuale proprietà, un centro per la sorveglianza e manutenzione del luogo.
Il gruppo imprenditoriale Cualbu, che realizza l’intervento, cofinanziato da un importante gruppo bancario (Intesa San Paolo), opererà coordinando gli appalti, affidati al consorzio Cosap e alla impresa Principe Spa, nella massima trasparenza lavorando fianco a fianco all’Amministrazione comunale che ha colto con grande sensibilità l’importanza e l’impegno di un così vasto piano di investimenti.
Le opere in corso garantiranno lavoro per 2 anni a circa 300 lavoratori, ad opera finita lavoreranno nel complesso, tra servizi e commercio, non meno di 200-250 giovani adeguatamente formati. Le opere avranno termine a partire dalla primavera del 2018 fino alla primavera del 2019 per lotti funzionali.