Gruppo Zegna: borse di studio per i laureati della Federico II

113

di Paola Ciaramella

Permettere ai più promettenti laureati italiani di trascorrere un periodo di studio all’estero, con l’impegno di tornare in patria al termine della formazione per dare un contributo positivo al proprio Paese. Questo l’obiettivo della nuova edizione dell’Ermenegildo Zegna Founder’s Scholarship, l’iniziativa del Gruppo Zegna – leader nell’abbigliamento maschile di lusso – che mette a disposizione borse di studio per un importo fino a 50mila euro annui. Tra gli atenei coinvolti c’è anche la “Federico II” di Napoli, che preselezionerà i propri laureandi e neolaureati in discipline medico-scientifiche, ai quali sarà data la possibilità di intraprendere un percorso di ricerca o specializzazione post-laurea fuori dai confini italiani, di durata compresa fra uno e tre anni. Il programma, finanziato con uno stanziamento annuale nell’educazione fino a 1 milione di euro, è stato ideato in memoria di Ermenegildo Zegna, che nel 1910 a Trivero (Biella) fondò il Lanificio che porta tuttora il suo nome, per produrre in maniera etica tessuti pregiati, attraverso l’impiego di fibre nobili reperite direttamente nei Paesi di origine. Tra le finalità della Fondazione nata nel 2000 in ricordo di Zegna figura, appunto, il sostegno alla ricerca medica e scientifica; in particolare, il supporto offerto attraverso la Scholarship è vincolato al rientro in Italia dei borsisti – una decisione presa per non aggravare il fenomeno della ‘fuga dei cervelli’ –, facilitato dall’istituzione di un apposito Comitato Consultivo di cui fanno parte rappresentanti della finanza, dell’industria, della cultura e della medicina, che avranno il compito di agevolare l’incontro tra le aziende del territorio nazionale e gli studenti per favorire il loro inserimento professionale al termine della specializzazione all’estero.
Per partecipare alla preselezione da parte dell’Università “Federico II” occorre avere la cittadinanza italiana (o la residenza permanente in Italia), aver ottenuto l’ammissione, anche condizionata, al programma di ricerca o specializzazione post-laurea all’estero per il quale ci si candida, essere laureandi di laurea magistrale o di laurea magistrale a ciclo unico dell’Ateneo con una media degli esami di almeno 27/30, oppure in possesso di laurea magistrale con voto non inferiore a 105/110. Le domande vanno inviate entro il 9 marzo all’indirizzo zegnascholarship@unina.it. La preselezione avverrà in base alla valutazione dei titoli e del progetto che si intende portare avanti; i candidati più meritevoli e motivati saranno segnalati alla Commissione Ermenegildo Zegna, che assegnerà le borse di studio dopo un’ulteriore selezione. Il bando è scaricabile all’indirizzo www.unina.it/f2magazine/opportunita.