Guardia giurata aggredita e disarmata a Napoli. Il sindacalista Alviti: Vigilantes mandati allo sbaraglio

145
in foto Giuseppe Alviti

Cinquanta anni, guardia giurata in servizio notturno nei pressi dello stadio Maradona, è stato aggredito mentre era da solo in auto da due giovani i quali, minacciandolo con una pistola, lo hanno costretto a consegnare la sua Beretta 9×21. Dipendente di un istituto di vigilanza napoletana, l’uomo vigilava su un cantiere. Sul caso è intervenuto il leader dell’Associazione nazionale guardie particolari giurate Giuseppe Alviti per denunciare “ancora una volta la macelleria sociale delle guardie giurate che vengono mandate all’arrembaggio in luoghi più disparati e disperati da soli senza mai pensare ad una seconda unità di servizio anche per i cantieri. Ormai le guardie giurate sono una specie da proteggere e sempre più in via di estinzione proprio per l’ uso improprio che ne fanno istituto di vigilanza e committenza”.