Guerra in Ucraina, De Luca: La priorità è bloccare il bagno di sangue

95
In foto Vincenzo De Luca

“Oggi la priorita’ e’ il cessate il fuoco e questo bagno di sangue. Ho visto che Zelensky ha dichiarato che l’Ucraina non intende piu’ aderire alla Nato. Questa e’ la strada per arrivare alla pace”. A dirlo il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca sul conflitto ucraino, a margine dell’inaugurazione, al Liceo “Sabatini Menna” di Salerno, dell’opera di Jorit, “Peace”, che invoca la pace e la convivenza civile tra i popoli, realizzata su una parete di grandi dimensioni del plesso di Via Pietro da Acerno del Liceo salernitano. Secondo il governatore “tutte le persone di umanità e di buonsenso sono accomunate da sentimenti di pace. Il problema e’ che la pace va costruita e non viene costruita con i sospiri e la solidarietà ma creando azioni diplomatiche, equilibri di potere, alleanze. Da questo punto di vista mi pare che siamo molto indietro. Vedo che in questi giorni sta maturando un dialogo tra ucraini e russi. Si sta avviando una trattativa faticosa ma la strada e’ questa: favorire tutti i momenti di dialogo e poi alla fine credo che l’Europa dovra’ pensare ad un grande progetto per tenere Russia e Ucraina dentro l’Europa perche’ sono parte essenziale della storia, della cultura, dell’umanita’ dell’Europa. Vorrei evitare di regalare la Russia alla Cina“.