Guerra Ucraina-Russia, ultime notizie oggi tempo reale: news 13 marzo

341

(Adnkronos) – Arriva al 18esimo giorno le guerra tra Russia e Ucraina. Le ultime notizie di oggi fanno riferimento di bombardamenti anche l’ovest finora considerato relativamente al sicuro. Spiragli di dialogo da Mosca, i colloqui con Kiev proseguono in videoconferenza. Ecco le news in tempo reale: 

ORE 8.59 – La Russia sta pagando “un alto prezzo” per ogni progresso militare a causa della “strenua resistenza” da parte delle forze armate ucraine. Lo ha riferito l’intelligence britannica in un nuovo aggiornamento della situazione sul terreno. Secondo gli 007, le forze russe stanno tentando di circondare le forze ucraine nell’est del Paese, mentre avanzano in direzione di Kharkiv nel nord e Mariupol nel sud. I russi, inoltre, stanno avanzando per circondare Mykolaiv e sembrano dirigersi verso Odessa. 

ORE 8.43 – “Ora che sono state prodotte queste accuse false, dobbiamo rimanere vigili perché è possibile che la Russia stessa stia pianificando missioni con armi chimiche”. Lo ha dichiarato il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, respingendo le affermazioni del governo russo secondo cui gli Stati Uniti hanno gestito laboratori segreti in Ucraina per lo sviluppo di armi biologiche. “Vediamo con orrore il numero crescente di vittime civili e l’insensata distruzione da parte delle forze russe. Il popolo ucraino sta resistendo con coraggio e determinazione, ma è probabile che i prossimi giorni porteranno una sofferenza ancora maggiore”, ha detto Stoltenberg al quotidiano Welt am Sonntag. 

ORE 8.30 – Sono 3.687 gli obiettivi militari ucraini distrutte dall’inizio dell’offensiva militare. Lo ha annunciato il ministero della Difesa russo, citato dall’agenzia di stampa Tass. Secondo il maggior generale Igor Konashenkov, nelle ultime 24 ore la difesa aerea russa ha abbattuto anche un aereo Su-24 dell’aviazione ucraina e due droni per un totale di 99 aerei militari e 128 velivoli senza pilota. 

ORE 8.20 – Il comando militare della regionale di Leopoli ha confermato che è stato colpito con otto missili il Centro internazionale per il mantenimento della pace e la sicurezza (Ipsc l’acronimo in inglese) a Yavoriv, vicino al confine con la Polonia. Come riporta la Bbc, si tratta di una base distante 30 chilometri da Leopoli, creata nel 2007 per addestrare le forze armate ucraine, soprattutto per le missioni di peacekeeping. Ospita regolarmente anche truppe internazionali. Un documento della Nato sul centro dichiara che nell’Ipsc si addestrano allo sminamento i militari ucraini e di altre nazioni. La Bbc precisa che la base è una delle due in Ucraina dove si svolgono esercitazioni militari internazionali. 

ORE 8.02 – “S
e pensate che Putin si fermerà, andrà sempre peggio. Non lo accetterà e non abbiamo nessuno che gli parli. Avevate qualcuno che poteva parlare con lui ed ero io”. Lo ha dichiarato l’ex presidente americano, Donald Trump, in un passaggio del suo comizio a Florence, nella Carolina del Sud, dedicato alla crisi in Ucraina. Trump, riportano i media americani, ha criticato la gestione da parte del presidente Joe Biden del ruolo degli Stati Uniti nel conflitto tra Russia e Ucraina, dicendosi convinto della possibilità che possa scoppiare una terza guerra mondiale. E ha aggiunto: “Nessuno mai è stato più duro di me con la Russia. Sono quello che ha fermato l’oleodotto, che ha imposto tutte le sanzioni e che non ha attaccato durante la nostra Amministrazione”. L’ex presidente ha quindi sottolineato di essere stato “l’unico presidente in quasi quattro decenni a non portare l’America in nuovi conflitti”. 

ORE 7.53 – “Putin contava su una Nato divisa, un Occidente diviso e, sinceramente, un’America divisa. Ma non ha avuto niente di tutto questo”. Lo ha scritto in un tweet il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden. 

ORE 7.40 – Le forze russe hanno colpito una base aerea a Ivano-Frankivsk, nell’Ucraina occidentale. Lo ha riferito il sindaco della città, Ruslan Martsinkiv, citato dal Kyiv Independent. Secondo il sindaco, lo scalo è stato obiettivo dei russi per il secondo giorno consecutivo. Martsinkiv ha quindi esortato le persone che vivono nella zona ad andarsene. 

ORE 7.30 “Tutti i corridoi umanitari concordati hanno funzionato. Sono state evacuate 12.729 persone. Il convoglio umanitario arriverà a Mariupol nel pomeriggio. A causa della complessità del percorso hanno dovuto passare la notte a Berdyansk”. Lo ha detto nella notte il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky. 

ORE 7.10 – Un attacco è stato lanciato dalla Russia contro la base militare ucraina di Yavoriv, vicino al confine con la Polonia. Lo ha riferito il comando militare della regione di Leopoli sul proprio canale Telegram, precisando che sono stati lanciati otto missili contro la base nota come Centro internazionale per il mantenimento della pace e la sicurezza. 

ORE 7 – Diverse esplosioni sono state registrate a Leopoli e Kherson, rispettivamente nell’ovest e nel sud dell’Ucraina. Lo ha riferito su Twitter il Kyiv Independent. Altri media locali hanno riportato la notizia che otto missili sono stati lanciati contro Leopoli e che è stato colpito anche l’International Center for Peacekeeping and Security. Secondo il deputato di Leopoli, Igor Zinkevych, le esplosioni delle ultime ore sono state provocate dalla contraerea ucraina entrata in azione contro i missili russi. “Tutte le unità militari stanno funzionando al massimo, ulteriori informazioni saranno fornite dal governatore della regione”, ha dichiarato.