Guida morta in torrente, fu tra soccorritori Rigopiano

6

Roma, 21 ago. (AdnKronos) – Lo ricordano tutti a Cerchiara di Calabria. Il paese del cosentino piange il 31enne Antonio De Rasis, guida e volontario della protezione civile, tra le dieci vittime della tragedia, avvenuta alle Gole del Raganello. Il giovane calabrese fu tra i soccorritori intervenuti dopo la valanga all’hotel Rigopiano. “Era un ragazzo giovanissimo, attivo nell’ambito dell’associazionismo e del volontariato, era un escursionista”, sottolinea all’Adnkronos il sindaco di Cerchiara di Calabria Antonio Carlomagno ricordando l’impegno del giovane nella tutela dei beni ambientali del parco. “Era una persona esperta, stava per terminare il percorso, erano quasi all’uscita delle gole e per una manciata di tempo sono stati inghiottiti da questa tragedia -prosegue il primo cittadino-. Una tragedia non prevista, un evento eccezionale nella sua gravità meteo e nelle conseguenze ultime che ha avuto”.

“E’ una tragedia che lascia attonita, incredula e basita la nostra piccola comunità, nella quale questo ragazzo solare era portatore di vita e di speranza”, continua Carlomagno esprimendo la sua vicinanza alla famiglia della vittima. “Tutta Cerchiara è stretta al dolore della famiglia De Rasis -conclude-. Siamo straziati per questa immane tragedia”. Lutto cittadino sarà proclamato nel giorno dei funerali.