Health technology challenge, le vincitrici sono due giovani ingegnere campane

109

Sono due giovani ingegnere campane le vincitrici del Primo premio assoluto dell’Health technology challenge (Htc). Il premio, giunto alla seconda edizione, e’ stato consegnato nella serata finale del XIX Congresso dell’Associazione nazionale degli ingegneri clinici (AIIC) che si è svolto a Catanzaro dal 16 al 18 maggio. Emozionate e felici, le due ingegnere di Napoli, Michela D’Antò, della Fondazione G. Pascale e Federica Caracò, dell’Universita’ degli studi Federico II, hanno ottenuto il massimo punteggio della giuria tecnica e popolare con il progetto “Valutazione di un protocollo per la verifica delle funzionalità di un sistema di riduzione della dose installato su tomografi assiali computerizzati”. Nel loro progetto le due colleghe hanno verificato l’efficacia di un protocollo per poter garantire una buona qualità di immagini da una Tac, esame comune soprattutto nei pazienti oncologici, con maggior sicurezza e minor invasività per i pazienti, riducendo del 40-60% la dose di radiazioni. “Tali risultati”, hanno affermato le vincitrici, “dimostrano l’importanza dell’aggiornamento delle tecnologie esistenti per migliorare le prestazioni degli strumenti radiologici nell’ottica di assicurare al paziente prestazioni piu’ accurate e minimizzando i rischi possibili derivanti dall’esposizione a radiazioni ionizzanti”.