Henshin, Mangiacapra: Con Movens approccio ‘multi petalo’ al servizio dei viaggiatori

216
in foto Domenico Mangiacapra, presidente di Henshin Group

Domenico Mangiacapra è il presidente di Henshin Group, una società di diritto inglese, con centro di ricerca e sviluppo in Italia. La società ha progettato e realizzato un’innovativa piattaforma di mobilità. Laureato in Astrofisica, Mangiacapra è considerato uno dei riferimenti internazionali per quanto concerne l’innovazione nel settore della mobilità.

Qual è l’idea che c’è dietro la piattaforma Movens sviluppata da Henshin Group? E in che modo rivoluziona il mercato di riferimento?
Movens è una piattaforma software open source progettata per essere l’hub di IoT nella Smart City. E’ una meta-piattaforma di mobilità incentrata sull’utente, in grado di integrare tutte le altre piattaforme che forniscono servizi differenziati nell’ecosistema Smart City e di essere un punto di accesso unitario per la gestione dei dati dei clienti. Per rispondere efficacemente alle sfide emergenti e alle opportunità commerciali derivanti dal mercato globale delle Smart Cities, è necessario sviluppare un nuovo approccio dirompente basato su una formula integrata che definisco ‘multi petalo’. Ciò significa nei fatti permettere le interconnessioni complesse e la piena integrazione con i vari fornitori di servizi che gravitano attorno all’orizzonte della mobilità.

La vostra è una piattaforma open source? Quali sono i motivi di questa scelta?
Per diventare una piattaforma di mobilità leader è essenziale la sua diffusione in tutto il mondo. Il modo più veloce per potenziare la diffusione è il modello open source, che coagula attorno ad esso molti sviluppatori software indipendenti. Più la piattaforma è utilizzata e maggiore è la sua diffusione.

Fate parte di un organismo internazionale che raggruppa i principali gruppi mondiali della mobilità, Mobi. Qual  è la mission di Mobi?
Il Consorzio MOBI, fondato nel 2018 dai principali produttori di automobili e operatori di mobilità in tutto il mondo per la New Economy of Movement, sta lavorando alla standardizzazione del software di blockchain di mobilità per le aziende che stanno sviluppando veicoli autonomi e servizi di mobilità. Henshin Group è ora associato a MOBI e partecipa alla definizione degli standard tecnologici mondiali.

La mobilità ed il mondo dei trasporti stanno vivendo una nuova fase in seguito all’emergenza pandemica. Quali prospettive si sono aperte?
Il mondo dei trasporti è uno dei settori più colpiti dalla pandemia. L’emergenza ha di fatto ridefinito l’elenco delle priorità e impresso una sostanziale accelerazione al processo di sviluppo di sistemi di trasporto intelligenti (e intermodali), che già era in atto ben prima dell’esplosione dei contagi. Occorre puntare su innovazione e tecnologia per dare risposte ad un settore che rischia di collassare. In tal senso abbiamo creato una soluzione tecnologica, già in sperimentazione presso il Comune di Pordenone e l’azienda di trasporto locale, l’Atap che si sono mostrati lungimiranti nell’implementare soluzioni innovative. Abbiamo sviluppato una soluzione denominata Dynamic Transport che consentirà di rispettare le norme di distanziamento sociale e garantire uno spostamento in massima sicurezza, anche nelle fasce orarie con maggiore affluenza, mediante una serie di funzionalità, quali: la previsione e il monitoraggio in tempo reale del flusso di passeggeri, la riduzione dei tempi di attesa alle fermate e la garanzia del posto a sedere. E’ il momento di essere uniti nell’affrontare questo difficile momento e di mettersi al servizio delle istituzioni nazionali per dare soluzioni ed innovazioni che possano portarci fuori da questa crisi. Ed il traporto è uno dei settori strategici del nostro paese.

I fondi di investimenti internazionali guardano con interesse alla vostra piattaforma e circolano voci di un nuovo round da parte di investitori internazionali.
C’è un grande interesse da parte di investitori internazionali per la nostra piattaforma. Il nostro è un settore che richiede continui investimenti a sostegno della ricerca e dell’innovazione. Il mondo della finanza sta finalmente andando nella direzione di sostenere investimenti che hanno un forte impatto sociale. L’ambiente e la sostenibilità devono essere sostenuti con fatti concreti e non con slogan.

Quale è la vostra ambizione?
Diventare lo standard mondiale della mobilità