Hi-tech al fianco donne vittime di violenza: a Napoli uno smartwatch per chiedere aiuto

56

A sostegno delle donne vittime di violenza arriva uno smartwatch di ultima generazione, abbinato a un telefonino con applicazioni, con cui le vittime possono chiedere istantaneamente aiuto e, allo stesso tempo, registrare e trasmettere immagini e audio che gli investigatori possono poi acquisire come prove di reato. La nuova tecnologia e’ in dotazione dell’Arma dei carabinieri e partira’ nei prossimi giorni in via sperimentale da Napoli. La nuova tecnologia e’ finanziata dalla Fondazione Vodafone e dall’associazione Woman Care Trust. La vittima – come spiegato – puo’ attivare la chiamata d’emergenza premendo un tasto o anche attraverso il movimento del braccio. La chiamata arriva così direttamente al Comando provinciale di Napoli dei Carabinieri dove ci saranno un carabiniere referente tecnico e un referente investigativo che rapportera’ all’Autorita’ giudiziaria.