Hong Kong ed il mercato del lusso

Tra qualche ora apre i battenti la Hkjs Hong kong Jewellery Show edizione di giugno.
Ancora una volta Hkong si riconferma piattaforma per la Cina ed il suo mercato domestico.
La fiorente città situata in una dell baie più belle al mondo vanta numerose offerte del Made in Italy.
Molti acquisti provengo dall’interno della Cina e per questo Hkong si riconferma quale città del quadrivio per il commercio del lusso Well Done Italy.
Negli ultimi anni un piccolo calo si è avuto a causa delle restrizioni politiche ma come tutte le cose in Asia… tutto è così veloce che anche il trend GeoPolitico cambia a velocità subsonica.
Maggior interesse da parte dei ricconi ad occhi a mandorla provenienti per lo più dalla Cina… mostrano interesse verso i nostri prodotti,
La campagna anticorruzione del Governo di Pechino ha rallentato i consumi, ha ridotto la domanda e seguendo le linee guida del loro Presidente la popolazione si è rivolta verso l’acquisto di prodotti un tantino più accessibili.
In Cina tutti rispettano i consigli del Prime Minister e nessuno osa andar controcorrente anche se si può. Il rispetto della legge ed in particolar modo della forma mentis vivente del governo è alla base del rapporto tra popolazione e governo centrale…. direi quasi come in Europa?
Molto attivo è @commerce con il loro Wechatt un canale paragonabile al whatsapp ma più mercantile che altro.
Il Bel Paese per la gioielleria è al sesto posto dopo India, China, Uae, Thailandia e Usa mentre l’import sopratutto di bigiotteria è alla stessa posizione ma preceduta questa volta da Usa, Austria, Germania, China e Uk.
I materiali più usati sono platino e oro per i metalli mentre per le pietre il colore ed una buona posizione occupano le gemme del mare in primis le perle coltivate e subito dopo il corallo prodotto nelle nostre aziende e made in regione Campania.
E’ fondamentale investire su Hk per poter accedere al mercato cinese ma il trend attuale è ben solido, è fondato sull’esclusività il marketing ed il know how…
Un mercato dove ormai l’improvvisazione è vietata e sotto leggi di mercato molto attente, nulla va fatto, nulla si improvvisa con superficialità ma con professionalità.