Hong Kong, Retelit porta la fibra ottica made in Italy in estremo Oriente

32

Un ulteriore step si aggiunge al processo di espansione internazionale d Retelit che espande il portafoglio servizi erogati nell’estremo Oriente. Tramite il punto di presenza asiatico a Hong Kong – città già raggiunta dalla rete del gruppo, grazie ai sistemi cavo Aae-1, Tea4, Sjc ed Apg -, Retelit potrà offrire, da e per Hong Kong, servizi di connettività internet, carrier ethernet e mpls ad alta velocità e bassissima latenza, interamente gestiti su infrastrutture di proprietà del gruppo. “Un valore aggiunto per quelle aziende che intendono internazionalizzare il loro business collegandosi con uno degli hub di telecomunicazioni più strategici dell’Asia, e avendo la garanzia di un controllo end to end” si legge in una nota del gruppo Il servizio Hong Kong Giga-Link Express di Retelit, in particolare, è la soluzione di connettività progettata per servire al meglio i fornitori di servizi e le istituzioni finanziarie che esigono un livello di qualità di prima classe per soddisfare le applicazioni globali mission-critical. Hong Kong Giga-Link Express offre infatti la più bassa latenza oggi misurabile tra la capitale asiatica e l’Europa (sia su Milano che su Francoforte); In particolare, la rotta da Hong Kong via Bari sul il cavo sottomarino AAE-1 è ridondata attraverso un secondo sistema terrestre (Tea4) da Hong Kong a Francoforte.

La rete in fibra ottica di proprietà di Retelit, tratto distintivo del gruppo, si snoda per 16mila km in Italia toccando le maggiori città, le strade statali, provinciali e comunali e coprendo le aree più popolate della Penisola. Più di 320mila km di cavi in fibra ottica si estendono in 9 aree metropolitane: Milano, Roma, Torino, Padova, Bologna, Reggio Emilia, Treviso, Brescia, Napoli e Bari. Una rete che oltre i confini nazionali raggiungendo anche New York e il New Jersey: dai PoP europei di Marsiglia, Francoforte, Amsterdam e Londra, il gruppo fornisce servizi di connettività, trasmissione e di rete a tutti gli operatori che necessitano di collegare da e verso l’Italia le loro sedi o quelle dei loro clienti. Retelit fa parte dell’AAE-1 (Africa Asia Europe-1), consorzio internazionale che si occupa della gestione del cavo sottomarino che connette ad alta velocità e bassa latenza, attraverso 19 punti di approdo, l’Europa all’Asia passando per il Medio Oriente. Il cavo permette a Retelit di aumentare la propria presenza internazionale raggiungendo 19 Paesi da Marsiglia a Hong Kong. Il punto di approdo italiano, landing station di proprietà del gruppo, si trova Bari. Inoltre, iIn partnership con Bics, operatore belga di comunicazione, Retelit ha creato, inoltre, il servizio “Bari-Europe Backhaul”, una soluzione di connettività ad alto tasso di innovazione e qualità che collega l’Europa – via Bari – all’Asia, grazie al sistema AAE-1.