I commercianti del Mercato di Napoli temono il lockdown a Natale: Per noi sarebbe la fine

103
In foto Piazza Mercato a Napoli vuota per il lockdown della scorsa primavera

Come da tradizione vetrine addobbate per Natale in piazza Mercato a Napoli dove però l’incombente pericolo di lockdown rende l’aria tutt’altro che festiva. “Abbiamo puntato tutto sul Natale ma se ci chiudono rischiamo il fallimento”: a parlare con l’ Ansa è Walter Lucenti commerciante di piazza Mercato di terza generazione, preoccupato per le voci di assegnazione di un’eventuale zona rossa alla città di Napoli. “Siamo in questa piazza da quasi un secolo ed ora il negozio che da sostengo a sette famiglie rischia di chiudere”. Nei tre negozi dove è esposta la merce non ci sono clienti. “Abbiamo perso il 90% di presenza. Già la chiusura alle 18,30 ci ha danneggiato – spiega Walter – visto che qui le famiglie venivano ad acquistare alberi ed addobbi proprio nelle ore serali e fino a notte e se la merce che abbiamo già pagato ai fornitori resterà invenduta non so come faremo”. Il negozio di Walter è uno dei pochi rimasto aperto. ” Avete visto quante serrande abbassate? Questa piazza una volta era il cuore commerciale della città. Negli anni abbiamo avuto parecchi momenti di crisi dovuti al decentramento delle attività’ ed all’apertura di grandi centri commerciali ma quello che sta combinando questo virus non ha precedenti”.