I giovani campani a New York alle Nazioni Unite

50

La Regione Campania parteciperà con le Università di Napoli Federico II, di Salerno e Benevento, la Parthenope, e il Suor Orsola Benincasa al progetto National Model United Nations New York, che consiste nella simulazione ufficiale del funzionamento delle Commissioni delle Nazioni Unite attraverso l’Associazione studentesca Giovani Campani nel Mondo. Le iscrizioni per il National Model United Nations New York di quest’anno si chiudono il 30 Novembre ed il progetto consente ad ogni singolo partecipante di rappresentare il ruolo di Ambasciatore di uno Stato membro dell’ONU, operando in Commissioni tematiche su temi di attualità internazionale, in lingua inglese e all’interno di un dibattito multilaterale con più di 5000 studenti provenienti da 50 Paesi diversi. La Cerimonia conclusiva si svolgerà al Palazzo di Vetro delle Nazioni Unite ed in quella occasione verranno premiate le migliori Delegazioni della competizione. “La nostra missione è portare all’estero le eccellenze campane – commenta ilPresidente dell’Associazione studentesca Giovani Campani nel Mondo, Costantino Diana, il quale prosegue – Il punto da cui siamo partiti è l’internazionalizzazione dei giovani, poi degli Atenei ed infine siamo giunti ai prodotti enogastronomici ed artigianali. Tutto quello che è stato costruito fin qui in GiovaniCampani nel Mondo dagli studenti universitari deve ritornare sul territorio della nostra regione in termini di crescita personale di ogni singolo neolaureato”. A fargli eco, Antonio Rescigno, socio fondatore e attuale vicepresidente dell’Associazione, il quale dichiara: “Grazie al rapporto di collaborazione con la ItalianAmerican Chamber of Commerce, Associazione delle imprese italiane negli Stati Uniti con sede a New York, e lo Young Executives Committee abbiamo la possibilità di selezionare dalla nostra Delegazione per il NMUNY 2016 i giovani più meritevoli cui offriremo periodi di stage presso aziende del circuito. Inoltre abbiamo garantito una borsa di studio per il “best delegate” della squadra di questo anno. Noi crediamo sul serio che aprendo gli orizzonti dei nostri colleghi ed investendo tutto il nostro tempo e le nostre risorse nella formazione possiamo portare un beneficio concreto alla congiuntura socio-economica della Campania. Solo attraverso la motivazione a fare qualcosa in più rispetto a ciò che ci si aspetta da sé stessi si raggiungono risultati straordinari : non vogliamo incentivare i giovani a scappare all’estero, anzi vogliamo che conoscano il mondo globalizzato affinché possano interpretare i cambiamenti del mercato e dei costumi a favore del territorio”.