I giovani Leo dibattono sui rischi della “rete”

50

Sensibilizzare e informare per tutelare i giovani e meno giovani dai pericoli che quotidianamente si nascondono dietro un uso poco attento e consapevole di internet e delle nuove tecnologie. Questo il tema del convegno promosso dal Leo Club Nola “G.Bruno”, che si terrà il prossimo 20 novembre, a partire dalle ore 9, presso l’aula Pessina dell’Università Federico II di Napoli, dal titolo “Progetto Rete sicura”, organizzato nell’ambito del medesimo tema operativo del distretto Leo 108Ya. Nel primo incontro del 19 ottobre al dipartimento di ingegneria della Seconda Università di Napoli, il coordinatore distrettuale del tema, Dario Autiero e i giovani Leo hanno presentato l’iniziativa che li vedrà impegnati quest’anno, sottoscrivendo peraltro un protocollo d’intesa con il compartimento della polizia postale di Napoli, l’associazione psicologi campani ed altre onlus e organizzazioni del settore. Nel corso del convegno del 20 novembre, si focalizzerà invece l’attenzione sui rischi della “rete”, informando e mostrando i pericoli che si corrono inconsapevolmente quando si è connessi ad internet. Esperti del settore interverranno per dare il proprio contributo tecnico, cui si allaccerà anche la tematica giuridica dei reati informatici. All’incontro,aperto dalla Presidente del Leo Club “Nola G.Bruno”,Carmen Pierno, e moderato da Ettore Nardi, giornalista e consigliere dell’ordine degli ingegneri di Napoli, parteciperanno Carlo Longobardo, docente di diritto penale della Federico II, Gennaro Auriemma, esperto di sicurezza informatica, la psicologa e consulente deltribunale di Nola, Annalisa Colucci, il capo del compartimento di Polizia Postale e delle Comunicazioni di Napoli, Riccardo Croce. Il Rettore della Federico II, Gaetano Manfredi, e l’onorevole Giovanni Palladino affronteranno il tema dal punto di vista delle istituzioni e della politica. Le conclusioni del convegno sono affidate al presidente del distretto Leo 108Ya, Vincenzo Spiezia, il quale approfondirà gli obiettivi del progetto distrettuale e i futuri sviluppi. Al convegno, il cui tema è di grande attualità soprattutto per i più giovani,parteciperanno studenti universitari e alcune classi del liceo classico Carducci e dell’istituto Masullo-Theti di Nola, accompagnati dai rispettivi dirigenti scolastici, Assunta Compagnone e Anna Maria Silvestro, che hanno accolto ben volentieri l’invito del Leo Club Nola “G.Bruno”, da oltre 25 anni cassa di risonanza delle istanze e delle problematiche degli under 30 del territorio.