I terremoti in Giappone, il destino unisce Kobe e Torre del Greco

Continuo …. 
Il Giappone come ben tutti sanno è terra vulcanica e sismica e per questo il destino ci unisce. Il Giappone avrebbe tantissimo da insegnarci in tema di prevenzione! 
Consiglierei oltre ai vari meeting che uniscono gli 8 paesi più industrializzati al mondo, di fare meeting anche sulla cultura della prevenzione per disastri su terremoti ed eruzioni vulcaniche. 
Dobbiamo imparare tanto dai nostri amici giapponesi. 
Quotidianamente assisto e partecipo ad esercitazioni in caso di calamità e con stupore ammiro la perfezione della macchina organizzativa. 
In Giappone una scossa del sesto grado molto probabilmente non avrebbe provocato crolli e vittime! 
Questo si deve sopratutto al cemento flessibile per gli edifici altissimi delle grandi città ed alle costruzioni in legno dei piccoli centri come Kobe (città a noi nota per il commercio delle perle e dei coralli e dove abbiamo avuta la nostra colonia torrese).
 
Qui vive il professore Murosaki docente all’Università di Kobe nonché direttore dell’istituto per la prevenzione dei disastri il quale asserisce che in Italia la prevenzione è poca! 
Si potrebbe ipotizzare uno scambio di informazioni sui protocolli di prevenzione e su cosa fare in questi casi! 
Molte volte purtroppo ho passato notti insonni non per il fuso orario (jet leg) ma per le scosse di terremoto! 
Ad ogni scossa immediatamente il cellulare allerta in merito all’epicentro, la TV dà le prime istruzioni su cosa fare e dove andare. 
 
Le prime mosse da fare sono: 
Prendere una torcia, (sempre in dotazione nelle camere degli alberghi) per segnalare con la luce la posizione poi una radio per ascoltare i soccorsi ed infine un cuscino a protezione della testa! 
Mai abbandonare la stanza mai scendere le scale… ma sistemarsi sotto tavoli, letti o negli armadi e per questo nel 1980 con il terremoto dell’Irpinia mio zio Enrico appena rientrato da Kobe (dove avevamo uffici per il commercio delle perle) scomparve per due giorni, era finito (memore delle esperienze avute in terra nipponica) in un armadio tra cuscini e con torcia e radiolina… con grande stupore e meraviglia di sua moglie.
Meditate… ed apprendiamo.