I viola battono l’Atalanta “americana”. Italiano: Ora alziamo l’asticella. L’ira di Gasperini (espulso): Arbitri matti

120
in foto Gian Piero Gasperini

Una gara dura, dai due volti: quello felice e soddisfatto della Fiorentina, che ha sconfitto una diretta concorrente per la corsa in Europa e ora dice con Italiano: “L’asticella si alza”; e quello triste e arrabbiato dell’Atalanta. Al termine della gara, la prima dall’ufficializzazione della cessione della società alla nuova proprietà Usa, società e squadra hanno deciso di andare in silenzio stampa, dopo aver protestato molto per tutta la partita sulla direzione dell’arbitro Doveri. All’origine della furia finale di Gasperini, che una volta espulso per proteste è stato sentito inveire contro la scelta arbitrale (“voi siete matti”, avrebbe detto secondo il bordocampista Dazn) l’annullamento del pari di Malinovskyi: una decisione presa direttamente dalla Var, con Banti, per un fuoirigioco non dell’ucraino ma di Hateboer. “Non ci sono parole, ha segnato luiii”, l’unica voce Atalanta, un post sociale del direttore operativo Spagnolo, con tanto di freccetta su Malinovskyi. I bergamaschi contestano la partecipazione attiva di Hateboer all’azione, e soprattutto la mancata chiamata all’on field rewiew perché Doveri valutasse se la posizione dell’olandese era ‘attiva’ o ‘passiva’. E al centro delle polemiche torna l’uso della Var. Poi, a chi gli chiede se ci sarà il rinnovo di contratto con la Fiorentina (quello attuale scadrà nel giugno del 2023), Italiano diche che: “Vi faccio una battuta che all’inizio mi ha fatto il presidente (Commisso, ndr). “Se riusciamo a raddoppiare i punti dello scorso anno allora hai fatto un gran lavoro’ Per ora ne abbiamo 17, ma ci proviamo”. grande squadra”. Una Fiorentina che continua a vincere e convincere anche senza più Vlahovic passato alla Juventus: “Quando abbiamo perso Dusan avevo il timore che fosse lui l’unico terminale offensivo in termini di gol. Invece ci siamo aggrappati alla grande identità che è venuto fuori e stiamo dimostrando con altri professionisti veri che tutto ciò può continuare”. A chi gli chiede se ci sarà il rinnovo di contratto con la Fiorentina (quello attuale scadrà nel giugno del 2023), Italiano risponde con la battuta “che all’inizio mi ha fatto il presidente Commisso: “Se riusciamo a raddoppiare i punti dello scorso anno allora hai fatto un gran lavoro”. Ci proviamo…”. Il protagonista della giornata è sicuramente l’attaccante polacco Krzysztof Piatek che con il suo gol (il quinto n sei gare) permette ai viola di continuare di lottare per un posto in Europa, anche per la Champions League: “Abbiamo avuto un’altra partita dura contro l’Atalanta. Un’occasione, un gol: questo è molto importante per la squadra – ha sottolineato il centravanti dei gigliati -. Un pensiero alla Champions? Ci crediamo ma abbiamo bisogno di fare punti nelle prossime partite. Adesso pensiamo al Sassuolo”. A fine gara, negli spogliatoi è arrivata la telefonata di Rocco Commisso dagli Usa, per complimentarsi con Italiano e tutti i giocatori.