IAC, schianto FlyDubai fu errore umano

26

(ANSA) – MOSCA, 8 APR – Il boeing della FlyDubai precipitato a Rostov sul Don lo scorso 19 marzo era condotto in “modalità manuale” dai piloti al momento dello schianto. Lo ha stabilito la IAC – Interstate Aviation Committee – al termine dell’indagine sul disastro aereo. L’errore umano è stato confermato come ragione dell’incidente. I piloti, infatti, hanno spostato lo stabilizzatore dell’aereo in fase di atterraggio portando la prua dell’aereo in avanti, innescando così la fatale picchiata, avvenuta in “condizioni meteo estreme”. I piloti, ha stabilito la commissione, erano in possesso di “tutte le licenze richieste e avevano un addestramento adeguato”. Tutte le 62 persone a bordo sono morte nell’incidente.
   

(ANSA) – MOSCA, 8 APR – Il boeing della FlyDubai precipitato a Rostov sul Don lo scorso 19 marzo era condotto in “modalità manuale” dai piloti al momento dello schianto. Lo ha stabilito la IAC – Interstate Aviation Committee – al termine dell’indagine sul disastro aereo. L’errore umano è stato confermato come ragione dell’incidente. I piloti, infatti, hanno spostato lo stabilizzatore dell’aereo in fase di atterraggio portando la prua dell’aereo in avanti, innescando così la fatale picchiata, avvenuta in “condizioni meteo estreme”. I piloti, ha stabilito la commissione, erano in possesso di “tutte le licenze richieste e avevano un addestramento adeguato”. Tutte le 62 persone a bordo sono morte nell’incidente.