Iccrea e Bcc di Buccino forniscono il software, per il Comune di Castellabate riscossioni online

75

E’ il Comune di Castellabate il primo ente in Italia ad adottare il sistema pagoPA attraverso la tecnologia offerta dal Gruppo Iccrea e dalla Bcc Buccino e Comuni Cilentani con il partner tecnologico Iccrea Banca, Capogruppo del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea. Il progetto si inserisce nel più ampio quadro di digitalizzazione del sistema Paese al quale il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea sta contribuendo, con la messa a disposizione delle 142 Bcc aderenti di una piattaforma elettronica avanzata, in grado di accompagnare gli enti del territorio nel percorso di adesione al sistema pagoPA. Tale piattaforma permetterà di snellire i processi di riscossione dei pagamenti attesi, con il conseguente miglioramento della qualità dei servizi erogati.
Grazie al sistema dei pagamenti elettronici pagoPA, la Pubblica Amministrazione offre un servizio più semplice, sicuro e trasparente per il pagamento di tributi, tasse, utenze, rette, quote associative, bolli e qualsiasi altro tipo di pagamento da parte degli utenti. Inoltre, tramite la piattaforma informatica, sviluppata da Iccrea a partire dalla suite applicativa PayTAS di TAS Group, il Comune ha già predisposto per i cittadini e i residenti i nuovi avvisi di pagamento pagoPA, mediante i quali potranno pagare la Tariffa Rifiuti (Ta.Ri). “Siamo felici di fare da apripista alle 142 banche del Gruppo Iccrea – dichiara Lucio Alfieri, presidente della Bcc di Buccino e dei Comuni Cilentani – ogni qual volta la banca pone in essere attività volte allo snellimento dei processi e al miglioramento dei servizi, migliora la qualità della comunità in cui opera, attuando in modo tecnologicamente più avanzato la sua naturale mission. Il progetto rappresentatoci esprime, quindi, un progresso che ben si sposa con i nostri valori e, inoltre, rappresenta in modo concreto i benefici che devono derivare dal processo di riforma che ci vede protagonisti del quarto gruppo bancario nazionale”.
“La Banca ha intrapreso negli ultimi anni un processo di innovazione del business model – afferma Salvatore Angione, direttore generale della Bcc Buccino e Comuni Cilentani – che pone al centro dell’attenzione la ‘digitalizzazione’. Nell’era dell’industria 4.0 e dell’interconnessione – prosegue Salvatore Angione – l’utilizzo dei canali virtuali ha inciso profondamento sul modello di servizio alla clientela. Alla prossimità fisica si affianca la prossimità digitale modificando integralmente anche il modello distributivo delle banche. Non si tratta di venir meno al concetto di prossimità ma di interpretarlo in chiave più moderna sfruttando le opportunità offerte dall’innovazione tecnologica, senza pregiudicare l’efficacia di un modello basato sul presidio del territorio. È possibile rilevare rinnovati bisogni e modalità di interazione da parte dei Soci e Clienti, sempre più digitali e sempre più propensi a concludere in completa autonomia alcune operazioni bancarie. I fattori socio-demografici e tecnologico-comportamentali hanno determinato una revisione del concetto stesso di prossimità e stanno spingendo la clientela verso un cambiamento nella fruizione dei servizi bancari, rendendo sempre più urgente l’innovazione del modello di servizio. Ciò è confermato dalla forte riduzione di operatività degli sportelli fisici a vantaggio di quelli virtuali. La Bcc di Buccino e dei Comuni Cilentani gestisce circa 60 servizi di tesoreria e di cassa per la pubblica amministrazione e il progetto di adesione al sistema pagoPA rappresenta un percorso di graduale digitalizzazione dei rapporti tra i cittadini e la pubblica amministrazione, di cui la nostra BCC vuole essere un partner determinante per agevolarne la realizzazione. Il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea è un fattore abilitante per consentire alle BCC di perseguire l’innovazione nel rispetto della tradizione”.
“Siamo orgogliosi di aver contribuito con la nostra tecnologia allo sviluppo digitale del territorio – aggiunge Luca Gasparini, chief business officer di Iccrea Banca – l’esperienza acquisita con questo primo Comune ci permetterà di sviluppare rapidamente altre iniziative similari in tutta Italia, supportando le Bcc e i loro clienti”.