Icra festeggia i 20 anni con Memorie Future: una due giorni sulle utopie e le poetiche teatrali del Novecento

25

Icra Project festeggia i suoi primi venti anni di attività artistica e pedagogica promuovendo (sabato 5 e domenica 6 ottobre nelle sale del Museo Duca di Martina, nella Villa Floridiana al Vomero) un intenso week end teatrale e culturale dal titolo Memorie Future (III edizione).
“Michele Monetta e Lina Salvatore – è scritto in una nota diffusa da Icra Project – offriranno gratuitamente una importante occasione di studio e confronto per chi è interessato a forme artistiche quali il teatro, la danza, la formazione nell’arte drammatica, la regia, la drammaturgia e la scrittura scenica. L’evento è principalmente indirizzato a studenti universitari, di accademie e conservatori, attori e registi professionisti, scrittori, poeti e drammaturghi e a tutti coloro che sono interessati al teatro sia dal punto di vista teorico e sia sul piano pratico tout-court.
Il simposio vedrà alternarsi storici e teorici del calibro di Marco De Marinis del DAMS di Bologna, Edo Bellingeri dell’Università Tor Vergata di Roma, Gerardo Guccini del DAMS di Bologna, Antonia Lezza dell’Università di Salerno, Vito Di Bernardi dell’Università La Sapienza di Roma e Mara della Pergola docente al Teatro Nazionale/Stabile di Torino”.

Il programma
Sabato 5 ottobre
– alle ore 11 relazione di Edo Bellingeri sulla figura del grande regista russo Vsevolod Mejerchol’d e sulla nascita della biomeccanica come sistema corporeo di formazione e gli sviluppi registici,
– subito dopo Marco De Marinis esporrà la straordinaria vicenda artistica e poetica del caposcuola francese creatore del Mime Corporel il grande Etienne Decroux,
Verrà quindi offerto un rapido lunch al pubblico dei partecipanti per poi riprendere i lavori:
– alle ore 14 con l’intervento di Vito Di Bernardi sulla danza del primo Novecento e principalmente sulla figura del grande tersicoreo Vaslav Nijinsky autodefinitosi “il clown di Dio”;
– seguirà Mara Della Pergola che parlerà della figura di Moshe Feldenkrais, e di temi come il rapporto con le arti figurative, il training per l’attore e il teatro

Domenica 6 ottobre
– Dalle ore 11:00 alle 13,30, Antonia Lezza e Gerardo Guccini relazioneranno sui grandi della tradizione del teatro napoletano, Raffaele Viviani, Eduardo De Filippo e Leo de Berardinis

Si ricorda che il simposio si terrà nel Salone delle feste, l’ingresso sarà libero e sino ad esaurimento posti.Info: info@icraproject.it – tel.081 5782213