Idrogeno verde, asse Germania-Italia: incentivi ai progetti bilaterali di ricerca applicata

69

Si intensifica la cooperazione scientifica e tecnologica tra Italia e Germania. In quest’ottica e’ particolarmente significativa l’iniziativa di bando congiunto in tema di idrogeno verde che offre un sostegno concreto alla ricerca e rafforza le sinergie tra attori italiani e partner tedeschi.
Nelle giornate di oggi e domani 12 ottobre, si terra’ presso la Turbinenhalle Berlin un workshop sul tema della generazione, del trasporto e dell’utilizzo di idrogeno verde, organizzato dall’ambasciata d’Italia a Berlino e dal ministero dell’Istruzione e della Ricerca tedesco che vedra’ la partecipazione di esponenti del mondo scientifico e industriale, italiani e tedeschi. In apertura, interverranno con un videomessaggio il ministro dell’Universita’ e della Ricerca, Anna Maria Bernini, e la ministra dell’Istruzione e della Ricerca tedesca, Bettina Stark-Watzinger. Il workshop e’ volto ad individuare i principali argomenti di ricerca accademica e industriale che saranno oggetto di un bando congiunto italo-tedesco in tema di idrogeno verde per il finanziamento di importanti progetti bilaterali di ricerca applicata, con un auspicabile coinvolgimento industriale, di durata triennale. Nelle stesse date si svolgera’ presso l’ambasciata d’Italia a Berlino, a un anno dalla sua fondazione, l’assemblea dell’associazione Sign (Scienziati italiani in Germania Network). Creata su iniziativa dell’ambasciatore Varricchio per sostenere la ricerca degli scienziati italiani in Germania e promuovere le molte eccellenze in questo settore, Sign vuole essere anche un think-tank per facilitare il trasferimento al sistema scientifico italiano di esperienze e pratiche elaborate in Germania e stimolare quindi un “brain re-gain” a favore del sistema Italia.