Idromodul e La.Me.S., contratto di sviluppo da 17,7 milioni con Invitalia

157
In foto lo stabilimento della La.Me.S. di Vallata (Avellino)

Invitalia approva un nuovo contratto di sviluppo per la Campania. Il progetto che ha convinto gli esperti  si chiama “South Automotive” e guarda lontano: a soddisfare la domanda, in incremento, di componentistica in alluminio proveniente dal settore automotive. Nei prossimi 5 anni è prevista una crescita  del 4% annuo del mercato legato all’espansione dei veicoli elettrici, che richiedono più alluminio rispetto a quelli convenzionali. Proposto da due medie imprese campane, la Idromodul srl di Caserta e la La.Me.S. spa di Vallata (Avellino) – che producono entrambe componenti in ghisa e alluminio per l’industria automobilistica e annoverano tra i principali clienti Tower Automotive, Magneti Marelli e Iveco – “South Automotive” punta alla creazione di una nuovo polo produttivo a Caserta e all’ampliamento dell’attuale capacità produttiva dello stabilimento della La.Me.S. L’obiettivo è realizzare nuovi prodotti in alluminio per un’offerta integrata nel campo della componentistica per il settore automotive. Per questo sono anche previsti 76 nuovi posti di lavoro.  Il consiglio di amministrazione di Invitalia  ha deliberato un finanziamento agevolato di  9,1 milioni di cui  8,6 a fondo perduto.  .
Idromodul srl, proponente del progetto “South Automotive”, è una media realtà imprenditoriale di Caserta cresciuta nel tempo anche grazie alla costante ricerca dell’innovazione nel suo settore, ovvero componenti in alluminio, ghisa ed acciaio per l’industria automobilistica e metalmeccanica. Tra i suoi clienti principali: la Tower Automotive. La.Me.S Spa, aderente al progetto, esegue lavorazioni meccaniche per asportazione di truciolo su fusioni in alluminio e ghisa di particolari automotive. L’azienda opera in uno stabilimento di 13.000 metri quadri situato nella zona industriale di Vallata (Avellino).