Idropulitrici ad acqua calda, cosa sono e come scegliere il modello adatto

60
Woman washing her car with pressure washer at home backyard

Per ottenere una pulizia efficace di tutte quelle superfici di grandi, medie o piccole dimensioni che presentano lo sporco più ostinato oppure forti incrostazioni, è bene affidarsi ad un macchinario che risulta essere complesso al suo interno ma facile nel suo utilizzo: l’idropulitrice ad acqua calda.

Idropulitrice ad acqua calda, cos’è e come funziona

L’idropulitrice ad acqua calda è specifica per usi professionali. Può essere impiegata per il lavaggio e la sanificazione di tutte quelle superfici sopracitate, utilizzando proprio la pressione dell’acqua. Con estrema facilità, questa macchina non teme alcuna tipologia di superficie, né le sue dimensioni né le sue caratteristiche. È un macchinario pensato e realizzato per essere estremamente intuitivo e può, inoltre, essere maneggiato con facilità, quindi risulta efficace ed efficiente.

Le idropulitrici ad acqua calda presenti sul mercato sono dotate di sistemi puntuali e rigorosi di sicurezza per consentire a chi dovrà utilizzarle di operare con estrema tranquillità. Per quanto riguarda la loro composizione fisica, quindi il corpo dei macchinari in sé, abbiamo la presenza di un motore elettrico, che ha una combustione interna, oppure pneumatico o idraulico. Il suddetto motore metterà in funzione la pompa dell’acqua, che avrà un’elevata pressione, il tubo flessibile e un interruttore a grilletto.

Sul mercato, la maggior parte delle idropulitrici ad acqua calda che vengono proposte ai potenziali clienti sono dotate di motore elettrico oppure a benzina. Dopo aver spiegato da cosa è composto lo scheletro di questo macchinario, vediamo insieme qual è il principio di funzionamento, quindi il cuore dell’idropulitrice ad acqua calda.

Principio di funzionamento

Il principio di funzionamento di questa macchina è molto semplice, paradossalmente risulta più lunga la spiegazione del processo rispetto al funzionamento in sé che, come già detto, è elementare e accessibile a chiunque. Accendendo l’idropulitrice ad acqua calda professionale, si andrà in automatico ad azionare il motore che andrà, a sua volta, ad azionare e far girare una pompa ad alta pressione; quest’ultima, mediante i pistoni in ceramica oppure in acciaio, concederà pressione all’acqua. L’ultimo step è destinato proprio all’acqua ad alta pressione che, dopo aver attraversato la pistola, fuoriuscirà da un apposito ugello, ovvero la parte finale del condotto.

Campi di utilizzo e differenze tra alcuni modelli

Grazie al suo principio di funzionamento, l’idropulitrice ad acqua calda si posiziona sul podio per versatilità, dato che può essere utilizzata in diversi settori professionali. Per far comprendere a tutti quanto sia efficace e potente l’acqua ad alta pressione che fuoriesce, riportiamo qualche esempio di utilizzo.

Da precisare che grazie anche alla sua realizzazione risulta un macchinario estremamente preciso; infatti, le pistole a spruzzo o gli spruzzatori, da dove verrà fuori l’acqua, sono stati pensati e costruiti per gestire il getto e regolarne la direzione senza sbagliare, mirando e centrando esattamente il punto d’interesse da pulire. Torniamo agli esempi.

Questi macchinari sono utili anche per tutti quegli spazi fastidiosi all’interno dei quali si deposita uno sporco eccessivo come le “fughe” delle mattonelle, ovvero quegli spazi interstiziali, con una dimensione ridotta che raggiunge circa un paio di millimetri, che intercorrono tra un mattone e l’altro. Essendo delle fessure piccolissime, sono maggiormente soggette a sporco e usura. Per evitare che diventino sia portatrici di batteri sia che stonino per estetica, è bene pulirle. Come fare? La risposta vien da sé: l’idropulitrice ad acqua calda, proprio per il funzionamento e realizzazione sopra descritti, risulta la miglior alleata contro la sporcizia.

Se volessimo spaziare maggiormente sui campi di utilizzo, sarebbe bene sapere che in base al modello selezionato si potrà acquistare un’idropulitrice ad acqua calda pensata e realizzata appositamente per il lavaggio di veicoli, barche, attrezzi da giardino, piscina, pavimenti e muri esterni.

I modelli si differenziano tra loro per, appunto, campi di utilizzo ma anche per specifiche tecniche. Ad esempio, il macchinario appena citato ideale per svolgere quelle mansioni avrà, tra le sue caratteristiche, la possibilità di regolare il bruciatore per ottenere una combustione ottimizzata, oltre ad un manico con impugnatura ergonomica completo di serbatoio detergente e porta accessori per rendere il lavoro più confortevole.

Ogni esigenza potrà essere soddisfatta. Se si ha la necessità di un mezzo pensato per l’outdoor, quindi specifico per la pulizia di terrazze, portici, vialetti, cortili, ingressi, etc, è presente nel catalogo offerto un modello che, tra le sue caratteristiche, ha un gruppo pompa assiale, testata in ottone a tre pistoni in acciaio ceramicato con valvola by-pass incorporata, ad hoc per ottenere un risultato finale splendente.

L’idropulitrice ad acqua calda è una tipologia specifica che affianca spesso l’idropulitrice ad acqua fredda. Infatti, nell’ampio catalogo proposto si potrà selezionare un modello che ha tra le sue caratteristiche quella di avere un interruttore rotativo a tre posizioni: 1 stop, 2 lavaggio acqua fredda, 3 lavaggio acqua calda. È un prodotto idoneo, oltre al lavaggio e pulizia tradizionali, anche per la sabbiatura di recinzioni. Risulta, inoltre, adatto per rimuovere sporco oleoso e non idrosolubile.