Ids in crisi, a rischio anche i dipendenti della sede di Napoli

162

Le organizzazioni sindacali Fim Cisl e Fiom Cgil proclamano per domani 8 ore di sciopero in tutte le sedi del gruppo Ids (Pisa, Roma, Napoli, Catanzaro e Taranto) con presidio davanti alle aziende. “La società Ids di Pisa – spiegano i sindacati – è una azienda di ingegneria e tecnologie dei sistemi che fornisce ricerca, innovazione e prodotti nei settori dell’ingegneria elettromagnetica, delle comunicazioni satellitari, dell’aeronautica e del radar per applicazioni civili e di difesa. L’Ids ha un totale di 214 dipendenti distribuiti tra le sedi di Pisa, Roma, Napoli, Catanzaro e Taranto. L’azienda da diversi anni sta attraversando una crisi finanziaria che ha già comportato la vendita di importanti divisioni tecnologiche (GeoRadar, Ids air navigation). L’attuale drammatica situazione finanziaria vede come unica soluzione per la continuità dell’azienda una cessione completa a potenziali acquirenti in grado di poter rilanciare e dare continuità ad un polo tecnologico formato da importanti competenze professionali”.”Negli ultimi 6 mesi – proseguono i sindacato – è stata avviata una trattativa di cessione con un soggetto ad oggi ancora ufficialmente anonimo e con il quale l’azienda aveva assicurato di completare la vendita entro il 21 dicembre 2020. Da gennaio l’azienda ha rimandato più volte l’incontro con le organizzazioni sindacali senza fornire alcuna spiegazione. È evidente che la trattativa di cessione non sta andando a buon fine. Lo stato in cui si trova l’azienda non concede più tempo”. I lavoratori e le organizzazioni sindacali chiedono che la trattativa di cessione sia chiusa il prima possibile per salvaguardare il destino dei 214 lavoratori, delle loro famiglie e di tutto l’indotto industriale.