Iervolino, elogio del talento ribelle alla messa di Natale dell’UniPegaso

404

“Il talento ribelle è ciò che ci consente di far progredire e prosperare le cose in cui crediamo. Il futuro appartiene ai ribelli, e questo ribelle, potenzialmente, è nascosto in ognuno di noi. Sono proprio i ribelli a migliorare il mondo, grazie al loro sguardo diverso e anticonvenzionale sulle cose. Perché invece che cercare appigli sicuri, rifugiandosi nella routine e nella tradizione, sfidano apertamente lo status quo. Sono Maestri dell’innovazione e dell’Arte del reinventarsi”. Lo ha dichiarato Danilo Iervolino, presidente dell’Università Telematica Pegaso, nel suo discorso di fine anno a margine della solenne messa organizzata dall’Ateneo per il Natale. Il presidente Iervolino si è poi soffermato sui risultati raggiunti, tra i quali “l’ingresso in partnership del più grande Fondo finanziario al mondo, CVC Capital Partners, che accompagnerà la Pegaso nella prossima crescita internazionale”. Il presidente inoltre ha prospettato “un 2020 ancora più entusiasmante e pieno di nuove opportunità”.  La cerimonia religiosa è stata impreziosita dall’esibizione del coro della Scuola Militare “Nunziatella” di Napoli, composto da venti cadetti che hanno eseguito i canti liturgici, accompagnati da chitarre, organo e rullanti. A conclusione della funzione religiosa, oltre mille ospiti hanno preso parte alla cena di gala organizzata negli ambienti prospicienti il chiostro maiolicato di Santa Chiara. Erano presenti –  oltre ai vertici dell’Ateneo, tra i quali il direttore generale Elio Pariota e il direttore scientifico Francesco Fimmanò – il vicesindaco di Napoli, Enrico Panini; il questore del Senato della Repubblica, onorevole Antonio De Poli; la senatrice Valeria Valente; gli onorevoli Andrea Cozzolino, Aldo Patriciello, Giorgio Mulè, Paolo Russo; il comandante della legione carabinieri Campania, generale di Divisione Maurizio Stefanizzi; il comandante provinciale dei Carabinieri di Napoli, generale di Brigata Canio Giuseppe La Gala; il comandante della Scuola Militare Nunziatella, colonello Amedeo Gerardo Cristofaro; Il vicepresidente dell’Associazione Nazionale ex allievi della Nunziatella, generale Francesco Sciascia; il  vicepresidente della Commissione Cultura della Scuola Militare Nunziatella, Roberto Nicolucci; il sostituto procuratore generale di Napoli, Ugo Ricciardi, il sostituto procuratore di Napoli, Catello Maresca; il presidente giurisduzionale della Corte dei Conti di Roma, Tommaso Miele; il primo referedario della Sezione di Controllo della Corte dei Conti della Campania Emanuele Scatola; il giudice della Corte dei Conti, Gianpiero Pizziconi; il presidente della Sezione Regionale di Controllo per il Lazio della Corte dei Conti, Carlo Chiappinelli; il consigliere regionale Armando Cesaro; il rappresentante dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, Antonio Martusciello; il presidente dell’Ordine dei Commercialisti e degli Esperti Contabili di Napoli, Vincenzo Moretta; il presidente dell’ordine degli architetti di Napoli, Luigi Di Mauro; il presidente della Cassa italiana di previdenza ed assistenza dei geometri liberi professionisti Diego Buono, il vicepresidente dell’Ordine degli Avvocati di Napoli, Gabriele Esposito; il vicepresidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania; Domenico Falco; il componente del Consiglio Nazionale del Notariato Antonio Areniello; il presidente di Gambero Rosso, Paolo Cuccia; il presidente dell’Associazione Nazionale Formatori, Maurizio Milan; il professor Guido Trombetti, il presidente di Fondimpresa, Bruno Scuotto, il presidente della BCC di Napoli, Amedeo Manzo.