Il 12 e 13 giugno c’è “A Montefalco” focus su vini Montefalco e Spoleto

21

Milano, 15 mar. (askanews) – Sono due i principali appuntamenti del 2024 del Consorzio Tutela Vini Montefalco, con momenti di alta formazione e approfondimento, eventi, attività sul territorio e sempre maggiore incisività nel lavoro di valorizzazione delle Denominazioni tutelate.

Si parte il 12 e 13 giugno nel borgo in provincia di Perugia con “A Montefalco”, la presentazione riservata alla stampa specializzata nazionale e internazionale e agli operatori del settore delle nuove annate dei vini prodotti nei territori delle Denominazioni di Montefalco e Spoleto. Nell’ambito di questa manifestazione è prevista la sedicesima edizione del “Gran Premio del Sagrantino”, concorso nazionale per sommelier promosso dall’Ais, in cui 18 sommelier provenienti da varie regioni italiane si disputeranno le borse di studio in una finale pubblica tra i migliori tre della semifinale. Atteso anche il concorso per la realizzazione dell'”Etichetta d’Autore”, opera celebrativa dell’annata 2020 del Montefalco Sagrantino Docg. “A Montefalco” sarà importante anche sotto il fronte della formazione, con momenti di approfondimento guidati da firme del giornalismo di settore, dedicati a rafforzare la conoscenza delle caratteristiche dei vini e dei vitigni locali.

L’altro appuntamento importante per il Consorzio, è “Enologica Montefalco”, evento aperto a tutti dedicato al vino in abbinamento al cibo, all’arte e alla musica che andrà in scena dal 20 al 22 settembre organizzato dal Consorzio insieme con La Strada del Sagrantino.

Questa attività di promozione rientra nella visione e strategia sintetizzati nel claim “Montefalco terra per il vino”, che vuole fare del territorio rappresentato dal Consorzio “un polo di eccellenza vitivinicola a livello nazionale ed internazionale”: non più solo Sagrantino, dunque, ma anche Spoleto Doc Trebbiano Spoletino.