Il dollaro Usa in salita contro il dollaro canadese

68

A cura di Antonio Arricale Il dollaro Usa è salito contro il dollaro canadese ieri, con la domanda del biglietto verde come valuta rifugio che resta supportata dai timori sulle crescenti tensioni A cura di Antonio Arricale Il dollaro Usa è salito contro il dollaro canadese ieri, con la domanda del biglietto verde come valuta rifugio che resta supportata dai timori sulle crescenti tensioni in Ucraina e nel Medio Oriente. Il cambio USD/CAD ha toccato 1,0752 nel pomeriggio degli scambi europei, il massimo dal 18 luglio; successivamente il cambio si è attestato a 1,0748, in salita dello 0,11%. Supporto a 1,0709, minimo del 19 luglio e resistenza a 1,0794, massimo del 16 giugno. Il loonie è in calo contro l’euro, con EUR/CAD in salita dello 0,10% a 1,4536. Gli investitori sono rimasti cauti tra l’abbattimento dell’aereo della Malaysia Airlines nell’Ucraina orientale la scorsa settimana e gli scontri a Gaza che continuano a dominare l’attenzione dei mercati. Ieri, circa 100 soldati palestinesi e 13 israeliani sono rimasti uccisi durante gli scontri militari che vanno avanti da circa due settimane nella striscia di Gaza. Intanto, gli ispettori dell’Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (OSCE) hanno avuto il permesso di accedere al luogo del disastro in Ucraina sabato, dopo che il giorno prima era stato loro impedito l’accesso da parte di uomini armati “visibilmente ubriachi”. Gli USA hanno accusato la Russia di complicità con il disastro aereo ed i leader europei hanno minacciato di imporre nuove pesanti sanzioni a Mosca, alimentando i timori per l’impatto sulla crescita globale. Borse asiatiche Tokyo chiude la giornata con il segno più Avvio di settimana con il segno più per la borsa di Tokyo che , dopo la chiusura festiva di ieri riapre le contrattazioni vedendo la salita dello 0,78% dell’indice Nikkei a 15.334,46 punti, mentre il Topix ha lasciato avanza dello 0,74% a 1272,67 punti. Dal fronte macro, risale la china l’indice dell’attività complessiva giapponese del mese di maggio, mentre nello stesso mese è stato rivisto al ribasso il leading indicator. Tra le altre borse asiatiche, Seul sale dello 0,52% mentre Taiwan avanza dello 0,62%. In prevalenza positive le altre piazze asiatiche che chiuderanno più tardi le contrattazioni, con Hong Kong che sale dell’1,31%, Singapore avanza dello 0,10%, mentre Bangkok cede lo 0,76%. In rosso anche Jakarta con un -0,46%, mentre Shangai avanza di oltre un punto percentuale. Rimane sulla parità Kuala Lumpur +0,05%. Borsa Usa A Wall Street prevale la cautela Continua a prevalere la cautela alla borsa di Wall Street investita dai timori per la situazione geopolitica: in occidente a spaventare i mercati c’è la crisi ucraina, mentre in Medio Oriente c’è la tensione che si respira a Gaza. Dal fronte macro, l’unico dato della giornata è stato quello sull’ indice FED Chicago dell’attività nazionale che si è mostrato in discesa. Ricca l’agenda corporate. Oggi a dare i conti ci saranno giganti del calibro di Texas Instruments,a Netflix mentre Halliburton ha annunciato di aver chiuso il secondo trimestre con profitti e ricavi in salita. Forte nervosismo e perdite generalizzate nell’S&P-500 su tutti i settori, senza esclusione alcuna. Sul lato opposto della classifica, sensibili ribassi si sono registrati sui settori Beni di consumo secondari (-0,63%), Beni di consumo primario (-0,55%) e Sanitario, che ha riportato una flessione di 0,55%. Tra gli indici a stelle e strisce, il Dow Jones Industrial continua la seduta con un calo dello 0,43%; sulla stessa linea, l’indice S&P-500, che continua la giornata sotto la parità a 1.970 punti. In frazionale calo il Nasdaq 100 Index (-0,27%), come il Nasdaq Composite Index (-0,4%). Europa Attesa una giornata al rimbalzo Gli investitori si attendono una seduta al rimbalzo delle borse europee, dopo la debolezza mostrata nella giornata di ieri. Giornata che ha risentito, oltre delle tensioni geopolitiche, anche delle notizie provenienti dalla Germania. La Bundesbank nel suo bollettino mensile ha infatti annunciato che l’economia tedesca nel secondo trimestre potrebbe aver segnato una variazione congiunturale nulla, con l’attività di costruzione in aprile e maggio che è risultata inferiore a quella vista nei miti mesi invernali. Intanto la Borsa di Tokyo ha archiviato gli scambi in netto rialzo, con l’indice Nikkei che ha guadagnato quasi un punto percentuale a 15.343,28 punti. Dal fronte macro l’attesa per oggi è per il dato sull’inflazione Usa riferita a giugno. Bmw. Giornata in rosso quella di ieri sulla Borsa di Francoforte per Bmw. Secondo la National Highway Traffic Safety Administration (NHTSA), agenzia governativa statunitense che fa parte del Dipartimento dei Trasporti, il colosso automobilistico tedesco ha deciso di richiamare 1,6 milioni di veicoli della Serie 3, di cui 573.935 veicoli in Nord America, per problemi legati all’air bag lato passeggero. Euro Stoxx 50: ha chiuso la prima seduta della settimana in territorio negativo, appesantito anche della cattive performance di Deutsche Bank. La banca d’affari tedesca, tra i componenti dell’indice europeo, è finita sotto la lente di Societe Generale. Gli esperti francesi hanno confermato il giudizio sell su Deutsche Bank, tagliando il prezzo obiettivo a 24,5 euro dal precedente 26,5 euro. Italia Piazza Affari in territorio positivo dopo la débàcle di ieri? Piazza Affari attesa in territorio positivo dopo la débàcle di ieri, complici le pessime performance registrate dal comparto bancario. Stabile intanto lo spread Btp-Bund partito questa mattina in area 162 punti base, sui livelli rilevati ieri in chiusura. Il rendimento del Btp decennale è intorno al 2,77%. L’attenzione oggi sarà focalizzata sul ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan, che oggi sarà ascoltato alla commissione Problemi economici e monetari al Parlamento europeo nell’ambito della presentazione del programma del semestre italiano. Focus oggi a Piazza Affari su Fincantieri che ha chiuso i primi sei mesi del 2014 con un utile invariato a 33 milioni di euro e con ricavi ammontati a 1.983 milioni. Eni: non ha sfruttato ieri sulla Borsa di Milano le buone notizie giunte dal continente africano. Il ministro degli idrocarburi congolese, André Raphael Loemba, e l’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato a Brazaville un accordo di cooperazione nel quale si afferma la volontà di perseguire nuove iniziative nel bacino costiero congolese, che si estende dall’onshore Mayombe al deep-offshore. Fiat. Prese di beneficio su Fiat ieri a Piazza Affari dopo sei sedute consecutive di guadagni. L’azione era stata sostenuta dai dati sulle vendite di auto in Europa a giugno (+7,1%) e dalle voci di una clamorosa fusione con Volkswagen. Voci smentite da Fiat che ha fatto sapere di “non avere intrattenuto discussioni con Volkswagen in merito ad una possibile fusione”.


I dati macro attesi oggi Martedì 22 luglio 2014 01:25 AUD Discorso assistente Gov RBA Debelle 05:00 AUD Discorso del govern. RBA Stevens 12:00 GBP Tendenza ordini industriali CBI 14:30 USD Indice principali prezzi al consumo (Mensile) 14:30 USD Indice dei prezzi al consumo (Mensile) 14:30 USD Indice principali prezzi al consumo (Annuale) 16:00 USD Vendite di abitazioni esistenti 16:00 USD Vendita di Case esistenti (Mensile)