Il fallimento dell’indipendenza

284

Si dice che la notte porti consigli ma in questo caso ha portato solo dispiaceri.
Questo dispiacere collettivo si è riscontrato proprio nella notte tra sabato 4 e domenica 5 agosto, quando siamo venuti a conoscenza che una ragazza 25enne messicana, intenta a viaggiare solitaria per il mondo, è stata stuprata.
Non voglio entrare in merito a questa dolorosa vicenda poiché chiedersi come sia successo e soprattutto come succedono così di frequente queste situazioni sarà sempre un mistero. Parlo di mistero in quanto la mente contorta e malata di chi compie determinate azioni, come lo stupratore di questa ragazza, è cosi lontana dal buon senso di molte altre persone che ci è difficile da credere e decifrare.
Ciò che mi ha colpito maggiormente sono le convinzioni sbagliate di alcuni individui che mettono in dubbio l’idea della ragazza di viaggare senza alcuna compagnia ritenendola una scelta pericolosa. Quello che è veramente pericoloso è sapere che in giro c’è qualcuno che sostiene la prevedibilità delle conseguenze invece di esaltarne l’assurdità. Ciò che doveva essere un punto di forza femminile caratterizzato da una voglia di indipendenza e coraggio si è trasformato in un’ennesimo insulto al femminismo.
Ora come allora le qualità che incarnava perfettamente la vittima vengono sempre più sottovalutate pur essendo carenti in questa società. L’indipendenza è un concetto sempre più astratto e il suo contrario sempre più concreto; l’uomo molto spesso confonde un volontario sostegno con l’indispensabile aiuto degli altri, sottovalutando se stessi ed esaltando chi ci è intorno, come se nessuno sapesse agire per conto proprio. E il piano coraggioso della ragazza, spiazzato in poche ore, sarebbe stato, e spero sarà ugualmente, un incentivo a vedere le cose in maniera diversa, a confidare in se stessi, poiché solo in questo modo gesta del genere verranno viste come dovrebbero, piuttosto che continuare a scambiare il semplice sapersi bastare con la follia di voler stare da soli, anche solo per pochi giorni.