Il gioco d’azzardo, un fenomeno culturale che sbarca sul web

45

Spesso si tende ad analizzare il gioco d’azzardo solo dal lato del divertimento. È innegabile che ci si trovi di fronte ad uno dei passatempi più amati dagli italiani, ma in realtà dietro al gambling si nascondono molte altre cose.

Basti pensare alla storia e alle tradizioni dei vari giochi d’azzardo, che spesso affondano le loro radici in secoli lontani, addirittura risalendo all’Antico Romano Impero. Naturalmente la storia da sola non basta per creare un alone di fascino intorno ad un gioco, e infatti uno dei più amati dagli italiani è la slot machine, ovvero la più “giovane” del gruppo. Ecco perché può essere interessante analizzare il gambling come fenomeno culturale, dalla sua nascita fino alle ultime novità digitali.

Un po’ di storia sui giochi più amati

Fu il meccanico tedesco Charles Fey ad inventare il primo prototipo di slot machine al mondo, nell’ormai lontano 1895. A quei tempi non si poteva ancora parlare di gioco d’azzardo, visto che con la famosa Liberty Bell non si vincevano soldi ma caramelle alla frutta. Più avanti negli anni le tecnologie crebbero e le slot machine entrarono di diritto nella lista dei giochi di gambling più apprezzati al mondo, da Montecarlo fino alla Penisola.

Passando alla roulette, invece, le sue origini sono molto più antiche e sembra risalgano ai romani: nello specifico, la roulette nacque per merito dei soldati, che ingannavano il tempo installando le lance sugli scudi e facendole roteare. Oggi questi giochi hanno invaso anche il web evolvendosi in chiave digitale: su Internet esistono alcuni portali specializzati come LeoVegas che mettono a disposizione diversi giochi classici, tra cui la roulette online. Grazie ai casinò telematici si trovano, dunque, tutti i passatempi più apprezzati dai giocatori, fino a novità tecnologiche come il gioco live in diretta.

Il gioco d’azzardo e le sue influenze culturali

Il gambling ha influenzato molti degli aspetti della nostra società, al punto da aver dato importanti spunti anche in campi come l’arte e la letteratura. Un esempio può essere fatto citando romanzi come “Il Giocatore” di Fedor Dostoevskij, fra l’altro grande appassionato di gioco d’azzardo e di roulette. La leggenda narra che Dostoevskij scrisse questo libro in pochissime settimane, pressato dall’esigenza di pagare i propri debiti di gioco.

Naturalmente da un lato l’arte prende, ma dall’altro anche i giochi d’azzardo si fanno ispirare dalla cultura, come nel caso di quella pop. E infatti si possono trovare tantissime slot dedicate a film famosi, noti fumetti e videogiochi, da Batman fino ad arrivare a Tomb Raider. Dunque gli appassionati di gambling possono trovare tantissime opzioni capaci di soddisfare qualsiasi esigenza. Anche coloro che amano la cultura pop, soprattutto grazie alle sale da gioco telematiche, l’ultimo capitolo di un’evoluzione dal fascino inarrivabile.