Il Giuramento di Ippocrate non ha più valore. Aumentano i contagi e molte regioni si tingono di rosso

287
(foto da Adobe Stock gratis)

Fingeva di inoculare il vaccino, che, invece, buttava. E rilasciava falsi Green pass. Lo raggiungevano a Pistoia da tutta la Toscana. Era l’idolo dei no vax. Non solo li metteva in regola ma raggirava uno stato che definisce liberticida perché costringe la gente a vaccinarsi. Una volta arrestato, non finisce in galera. Mentre meriterebbe il 41 bis gli danno i domiciliari. Indagati 19 complici per peculato, truffa, falso in atto pubblico e associazione a delinquere. Ormai il fondo non dovrebbe essere molto lontano. O forse l’abbiamo superato e siamo oltre?

Nell’apprendere che in Italia ci sono 49 miliardari in più dello scorso anno, temo che siano cresciuti anche i poveri
Volevo fare una classifica di chi soffre la povertà. Ma ho scoperto che è più facile individuare i ricchi – tutti sanno che il francese Arnault possiede 200 miliardi di dollari – piuttosto che chi vive in miseria. Ce ne sono talmente tanti che è impossibile catalogarli. Auguro a i miliardari di continuare ad accumulare denaro, ricordandogli che, se non lo spenderlo – quello che mettono da parte non vale nulla, come sostiene il mio ultimo libro da poco in libreria – lo dividano con chi non ne ha. È il solo modo per diventare più ricchi di chiunque altro.

L’Italia ha abolito la pena di morte pure in tempo di guerra. Nel conflitto con la pandemia il nemico non corre più rischi
Aumentano i contagi e, di conseguenza, anche i decessi. I no vax, che sono ancora tanti, stanno vincendo la guerra contro il governo, lo stato e la povera gente. Sono imbattibili, come i kamikaze, non hanno paura di morire. Anzi vanno incontro alla morte come in una guerra di religione in cui, almeno, nel loro aldilà ai combattenti islamici li aspetta il paradiso. Sono terroristi da cui non ci si può difendere. Si immolano a una causa inesistente, come per vendicarsi di colpe che nessuno ha commesso, accecati da un odio contro il vaccino e chi lo pratica, ma che, infine, miete vittime tra i loro stessi figli.

Tutti invocano la grande politica, ma nessuno aggiunge che per realizzarla serve soprattutto l’intervento degli elettori
Si cerca l’uomo o la donna super partes, non la geisha di un leader. Ce ne sono tanti, tranne in politica, dove è preferito chi ha scheletri nell’armadio. Ecco perché si spolverano dalla naftalina vecchi tromboni che ai loro tempi erano vassalli e che oggi, tra tanti ignoranti, sembrano grandi. Tra i probi non c’era solo Sassoli. A quale italiano non piacerebbe un presidente come Riccardo Muti o la Cartabia? Ma non verranno proposti perché non sono ricattabili. Non è un dramma se l’elezione non sarà. Rapida. Per eleggere Pertini e Saragat ci vollero decine di votazioni eppure l’Italia era migliore.

Maledetto denaro. Divenuto ricco per una disgrazia Eitan invidia i bimbi poveri i cui congiunti almeno si vogliono bene no vax
Denunce e dispetti tra le due famiglie sono interminabili. Tanto che il giudice dei minori per non alimentare la rivalità, ha nominato un estraneo come tutore del piccolo orfano. Ma i nonni israeliani non sono ancora contenti. Adesso cercano di boicottare la richiesta di adozione da parte degli zii italiani con cui Eitan è cresciuto sin dal giorno della tragedia della funivia. Finirà che, anziché pensare all’equilibrio del bambino, pur di non alimentare la discordia, lo affiderà a gente sconosciuta, subendo un altro trauma, dopo la perdita di genitori e fratellino. Il denaro molto più importante dell’amore..

Lo avete definito patriota per illuderlo e preso in giro candidandolo al Quirinale perché avete bisogno dei suoi voti

Sapevate che non è all’altezza di quel ruolo. Una sua eventuale elezione avrebbe fatto precipitare il paese nel ridicolo come ai tempi del bunga bunga e della nipote di Mubarak. Ma quel simpaticone è l’uomo dello sdoganamento, un vostro benefattore. È a lui che la maggior parte di voi debbono l’esistenza. Se non rispetto merita la gratitudine di chi per un capriccio del destino si trova a decidere del futuro del paese. Quando gli scodinzolavate attorno mendicando prebende eravate ridicoli ma più dignitosi. Ora che è anziano e ammalato vi illudete di non essere più al suo guinzaglio.