Il made in Italy sbarca a Wall Street, 13 start up nel tempio della finanza

37

Wall Street, il cuore finanziario degli Usa, apre le porte a 13 start up italiane protagoniste di una mission organizzata da Italia Camp dal 26 febbraio al 3 marzo prossimi tra Wall Street, il cuore finanziario degli Usa, apre le porte a 13 start up italiane protagoniste di una mission organizzata da Italia Camp dal 26 febbraio al 3 marzo prossimi tra Washington e New York. Le startup, legate ai settori del telco, internet, life science e green, saranno presentate mercoledì 26 febbraio nel trading floor della borsa di New York agli investitori e ai venture capital americani interessati ai progetti di impresa “made in Italy”. L’appuntamento, moderato da Riccardo Luna e supportato da Startup Italia e Che Futuro!, si articolerà attraverso 4 elevator pitch, presentazioni di massimo 5 minuti per attrarre investimenti e nuovi partner commerciali. Le aziende Tra le startup “telco & hardware”: Athonet, focalizzata su sistemi avanzati per telecomunicazioni mobili, proveniente da Enel Lab e vincitrice della terza edizione del concorso di ItaliaCamp; SEM Plus, specializzata in sensori elettromagnetici tattili e vincitrice nel 2013 dell’Intel Business Challenge; Taggalo, del CNR, specializzata in soluzioni innovative per il digital-out-of-home. Nel segmento “internet, software & big data”: ClouDesire, incentrata sull’implementazione di strumenti integrati per la diffusione e la gestione di SaaS, vincitrice della terza edizione del concorso di ItaliaCamp e del premio Working Capital 2013; HyperTV, app di second screen per arricchire l’esperienza della TV; Pick1, basata su una piattaforma dinamica e scalabile per focalizzare la pubblicità. Nelle “life science”: Exim, progetto di un esoscheletro biomedico flessibile e vincitrice della terza edizione del concorso di ItaliaCamp; Abiel, spin-off del CNR, specializzato nella produzione di enzimi litici per la terapia cellulare e la medicina rigenerativa; Orange Fiber, che mira alla creazione di tessuti sostenibili partendo dagli scarti degli agrumi, menzione speciale del premio Working Capital 2013. Ancora 4 startup “green & cleantech”: I-EM che fornisce soluzioni per la gestione intelligente e integrata dell’energia, proveniente da Enel Lab; OffGrid Box che sviluppa una scatola di energia pulita che rende la casa indipendente; Casalife, volta a monitorare con costanza l’inquinamento domestico; Os Vehicle, che si basa sulla realizzazione della prima rete open source per la creazione di veicoli. Italia Camp, promotrice della mission, è un’associazione che promuove le start up e il Made in Italy nel mondo.