Il ministro Sangiuliano: Un museo per le gesta del Napoli. Lo scudetto? E’ il frutto di una gestione sana

46
in foto il ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano (Imagoeconomica)

Uno scudetto stravinto, quello del Napoli di Luciano Spalletti, capace di dominare il campionato portando a casa l’obiettivo con cinque giornate d’anticipo. Un risultato eccezionale, come sottolineato dal ministro della cultura Gennaro Sangiuliano, napoletano, intervenuto a “La politica nel pallone” su Rai Gr Parlamento. “Sono felice per questo scudetto che torna a Napoli. Ho fatto i complimenti alla squadra, collettivo eccezionale, e anche al presidente De Laurentiis perché prima di lui il Napoli vivacchiava in posizioni di classifica non eccellenti e ora ha consolidato la sua posizione ai vertici dimostrando che si può fare calcio con una gestione sana. E’ stato criticato, ma ha creato un modello societario efficiente, governando il Napoli secondo i criteri del buon senso”, le sue parole. Una festa non solo per la squadra, ma per tutta la città che vive un periodo d’oro anche extra calcio. “Nel sistema di una città c’è anche la squadra di calcio perché il successo di un team è anche legato alla forza del tessuto socio economico, come dimostra la Juventus degli Agnelli o l’Inter di Moratti. L’unicità di Napoli è quella che nel corso della sua storia ha visto sovrapporsi tantissime civiltà, ciascuna delle quali ha lasciato qualcosa. Non vedrei nulla di male se si lavorasse sulla creazione di un museo che racchiuda le gesta del Napoli”, prosegue Sangiuliano lanciando l’idea di un’iniziativa per ricordare la storia di una delle squadre più importanti e più tifate d’Italia.