Il napoletano Patroni Griffi designato presidente aggiunto del Consiglio Stato

267

Il Consiglio di presidenza della giustizia amministrativa,organo di autogoverno del Consiglio di Stato e dei Tar, designa come presidente aggiunto del consiglio di Stato Filippo Patroni Griffi. Si completa così l’assetto di vertice della giustizia amministrativa dopo la nomina di Alessandro Pajno a presidente e di Mario Torsello a segretario generale. Patroni Griffi,60 anni, napoletano, due figli, si è laureato a Napoli con 110 lode. Figlio di magistrato, entra in magistratura ordinaria nel 1979 e nel 1985 vince il concorso per consigliere di Stato. Nel consiglio di Stato svolge le funzioni in tutte le sezioni consultive e giurisdizionali e diviene presidente di sezione nel 2009. Autore di saggi e collaboratore di varie riviste,rappresenta più volte il Consiglio di Stato in sede internazionale. Capo di gabinetto e capo ufficio legislativo di vari ministri e del presidente del Consiglio- si legge sempre nella nota – assume l’incarico di Ministro per la funzione Pubblico nel Governo Monti e di sottosegretario alla presidenza nel governo Letta. La sua attività di ministro è legata al tentativo di riduzione delle province, al tetto agli stipendi pubblici e alla riduzione delle auto blu, e alla parte della legge Severino relativa alla prevenzione della corruzione.