Il Napoli passa alla Dacia Arena

19

di Diego Pantani

II Napoli vince di nuovo fuori casa in campionato in una trasferta non
semplice come quella di Udine. Gli azzurri fanno prevalere il maggiore
tasso tecnico e nei primi minuti si presentano più volte al tiro, come
avevano già fatto nello scorso turno contro lo Spezia, senza però
concretizzare; al 2’pt è capitan Insigne ad andare alla
finalizzazione, non inquadrando però la porta. Al 7’pt si vede anche
il giocatore di maggior talento dei friulani, De Paul, ma il suo tiro
è impreciso e termina sopra la traversa. Al 15’pt sono gli azzurri a
passare poiché Lozano viene atterrato in area da Bonifazi, l’arbitro
Pasqua non interviene ma viene richiamato dal Var, e quindi si ravvede
decretando il penalty. Dal dischetto realizza Insigne che segna il
97esimo gol con la maglia del Napoli raggiungendo Careca. II Napoli
produce ancora gioco ed al 23’pt, dopo una discesa di Di Lorenzo sulla
destra, che mette in mezzo per la testa di Lozano, sfiora il gol
grazie ad una prodezza del portiere Musso. Al 26’pt i friulani
pervengono al pareggio, complice un errore di Rrahmani, al debutto dal
primo minuto, che fa un passaggio maldestro all’indietro per Meret,
neutralizzato da Lasagna che realizza il pari. All’intervallo Gattuso
preferisce non rischiare e toglie uno spaesato Rrahmani per Mario Rui,
spostando Di Lorenzo al centro come marcatore. Nella ripresa la gara
sostanzialmente è più equilibrata: Al 55’st l’Udinese si rende
pericolosa con Strygen Larsen che si libera in area di rigore, ma è
bravo ad intervenire Meret con le gambe sul pallone. Dopo un buon
inizio dal ritorno in campo dell’Udinese, il Napoli riprende le redini
del gioco ma in maniera sterile senza impensierire la squadra di casa.
Sembra l’ennesimo pomeriggio grigio per il Napoli quando Insigne al
73’st tenta un tiro a giro dei suoi che non trova lo specchio della
porta, ma al 90’st ecco una zuccata che non ti aspetti, ovvero  che da
una punizione messa in mezzo da Mario Rui, spunta fuori il capoccione
diBakayoko che anticipa tutti e mette in rete il pallone, che regala
in extremis i tre punti agli azzurri.